Tria si impappina sui numeri e la portavoce se lo porta via (video)

giovedì 4 ottobre 17:50 - DI Mariano Folgori

Siparietto a Palazzo Chigi. Al termine della conferenza stampa del governo sul Def, Tria viene bloccato dai giornalisti che vogliono sapere qualcosa più sulle cifre (un po’ ballerine) della previsione sul Pil. A un certo punto la situazione rischia di farsi pericolosa perché il ministro dell’Economia si impappina e rischia di scivolare sulle cifre, con un possibile strascico di polemiche a seguire. Arriva però , provvidenzialmente, la portavoce di Salvini che sottrae letteralmente Tria ai cronisti parlamentari. La scenetta (che presentiamo in questo video ripreso dal Corriere Tv) è un po’ buffa, ma i giornalisti ci rimangono (giustamente) male. Poi, sul tema Pil, interviene Luigi Di Maio, in sala stampa al Senato, con questa previsione: “Dovremmo attestarci al numero che ci permette di stare negli standard di una manovra che viene presentata all’Europa. Quindi, non oltre l’1,5-1,6 di crescita del Pil”. Lo ha detto il vice premier Luigi Di Maio, in sala stampa al Senato. E quando le diverse manovre dispiegheranno i loro effetti espansivi, ha quindi spiegato, “il Pil potrà crescere anche oltre quelle stime”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • eleonora@libero.it 5 ottobre 2018

    La Fornero va portata a 35 anni di contributi e con qualsiasi età. La quota 100 con 38 anni di contributi non ha senso è tropo rigida. Una volta si parlò di quota 90 e sembrò uno scandalo. Oggi che si parla di quota 95/97 perché non farlo? 35 anni di contributi e 60 anni di età può essere un buon compromesso , solo così molti giovani di possono sistemare nel mondo del lavoro. La Fornero, questa schifezza di Legga va smontata tutta da cima a fondo. Rivedete tutti gli scaloni e fate andare la gente in Pensione anche con 35 anni di contributi.

  • Sim1234@vodafone.it 5 ottobre 2018

    È di una gravità assoluta quanto avvenuto.

  • gdetoffoli@yahoo.it 4 ottobre 2018

    Tria è un gentiluomo, non è abituato a mandare affa’n.. giro ai giornalai (in quella stanza c’era il mercato con i fruttivendoli, stante l’ascolto.) Brava l’assistente!