Su Canale 5 megaspot per l’utero in affitto, con Vendola ospite d’onore

sabato 13 ottobre 12:06 - DI Redazione

Altra tappa del pellegrinaggio mediatico di Nichi Vendola in favore dell’utero in affitto e stavolta su una rete Mediaset, Canale5 , nel salotto televisivo di Nicola Porro. Espressione che non piace all’ex segretario di Sinistra e Libertà e che a suo avviso andrebbe sostituita con “maternità surrogata”. Vendola è stato ospite della trasmissione Matrix e così ha raccontato l’esperienza che lo ha portato a diventare padre di Tobia – nato proprio da un utero in affitto – assieme al suo compagno Eddy, sorvolando sul fatto che questa pratica è illegale in Italia.  Questo il suo racconto a Matrix: “Ho incontrato una donna che mi ha chiesto: “Vorresti entrare stabilmente dentro il mio universo affettivo? Io sono disponibile a donarti nove mesi della mia vita perché tu possa guadagnare questa felicità””. Questa la versione con la quale ha replicato alle femministe che lo accusano di avere sfruttato il corpo di una donna per appagare il suo desiderio di genitorialità: “Queste signore parlano anche a nome di quelle che invece vogliono raccontare com’è stata bella la loro esperienza di ‘gravidanza per altri’, e questo è poco femminista. Io capisco che i temi siano di estrema delicatezza e di estrema complessità e non pretendo che tutti siamo d’accordo con le scelte che ho fatto io nella mia vita. Quello che vorrei, però, è la delicatezza dell’ascolto e del dialogo, piuttosto che la virulenza dell’anatema e della scomunica”.

La trasmissione è stata duramente criticata da Marina Terragni, scrittrice impegnata contro la pratica dell’utero in affitto, che sul suo profilo Fb ha ironizzato sul racconto di Vendola, che sarebbe stato addirittura contattato da donne pronte  a donargli nove mesi della loro vita: “Insomma: sono le donne che gli corrono dietro per DONARE (nessuna domanda, tipo: quanto hai pagato? perché non hai adottato, visto che il tuo compagno è canadese e lì si può? come mai un uomo di sinistra è ricorso a una pratica che la sinistra di tutta Europa giudica indegna? ). E poi: due interviste a surrogate felici. Una fondamentale Chirico che ha difeso la libertà di affittare uteri paragonandola alla prostituzione e sbattendo gli occhioni ha parlato di donne incubatrici. Un romantico Sgarbi che dice: no, ma il futuro è questo. Giusto Cecchi Paone a portare qualche argomento contro. Nessuno a spiegare che l’utero in affitto è vietato IN TUTTO IL MONDO (salvo che in 18 paesi). Nessuno che abbia parlato dei contratti vessatori. Nessuno che abbia affrontato la questione dal punto di vista di chi nasce. Nessuno che abbia nominato i problemi di salute per le donne bombardate di ormoni e per i bambini. Informazione questa sconosciuta”. 

Anche la giornalista Monica Ricci Sargentini ha criticato duramente una trasmissione che è stata di fatto uno spot a favore dell’utero in affitto: “Non una parola sulle madri surrogate pentite – scrive su Fb –  no per Matrix sono tutte felici di fare nove mesi di gravidanza e poi dare via il bambino. Ma soprattutto non una parola sul bambino che quando nasce viene strappato all’unica persona che conosce: la madre. Una violenza che non viene fatta nemmeno ai cuccioli di cane. Ma a Matrix lo sanno che ci sono madri surrogate che sono morte mentre aspettavano un figlio su commissione e che molte sono andate in tribunale perché se lo volevano tenere?”. 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Info@cloudisque.it 15 ottobre 2018

    Questa pratica la approvo perché possono esserci validi motivi….. E mi piacerebbe approfondire… Ma se non è legale come si fa ?

  • paolaiesus@tin.it 15 ottobre 2018

    Anche questa volta mi mancano le parole.
    Inoltre, oltre a Vendola, mi fa orrore la trasmissione!!!!!
    E pensare che Nicola Porro mi sembrava un ottimo giornalista: non guarderò più quella trasmissione!!!!!

  • simef@tiscali.it 14 ottobre 2018

    Hanno comunicato il costo dell’affitto IVA compreso ? Oppure hanno evaso il fisco?………………….
    ……………………………..Trattandosi di un affitto dovrebbe essere regolato fiscalmente!!!

  • cardi.f@web.de 14 ottobre 2018

    Vendola fa pubblicità all’utero in affitto? Ma da quando in quà il pensionato baby e d’oro della sinistra “out” (alla faccia della “Fornero”, che vale solo per i comuni mortali, che i figli li fanno coitando) avrebbe un utero da affittare? Al massimo ha uno sfintere da vendere!

  • claudia.pittol@libero.it 13 ottobre 2018

    Al di là di ogni considerazione sulle famiglie arcobaleno, come si chiamano adesso , mi sembra che pagare una donna per avete un figlio a tutti i costi è veramente una cosa orribile, è puro egoismo, i bambini hanno il diritto di nascere in famiglie normali, non comprati come cagnolini è una cosa veramente orribile. Questa è la mia opinione è ho il diritto di esprimerla

  • Giuseppe Forconi 13 ottobre 2018

    Che tristezza, non solo comunista , anche pederasta. Cosa dira’ a suo figlio……. ti ho fatto nascere da una che mi ha prestato l’utero,. ma io e il mio compagno siamo i tuoi genitori. Tobia quando lo scoprira’ scappera’ all’estero per la vergogna.

  • ilnemicoalleporte@email.it 13 ottobre 2018

    E’ come la prostituzione : sfrutto il tuo corpo, ci faccio quello che voglio per il mio gusto e il mio piacere , poi ti pago e ti scarico nella “fogna” da dove sei venuta….perchè certo non lo si da per filantropia il proprio corpo o un figlio, ma solo perchè ci si trova nella miseria nera.
    Con l’utero in affitto è la stessa cosa ma è peggio : perchè un bambino non avrà mai più la sua mamma, sangue del suo sangue, corpo del suo corpo : neanche ai cani e ai gatti si fa così, infatti si aspetta che finiscano lo svezzamento.
    In ogni caso, prostituzione e/o utero in affitto sono un mercimonio schifoso. Se fossi una donna mi incazzerei di brutto, in ogni caso.