Smog: il 94 per cento degli italiani teme l’inquimamento atmosferico

Hanno paura, gli italiani. Temono quel che stanno respirando e che respirano i loro bambini. L’emergenza smog e l’inquinamento atmosferico preoccupano gran parte dei nostri connazionali: il 94 per cento dei cittadini intervistati è preoccupato per la qualità dell’aria, il 39 per cento è molto preoccupato. Sono i dati del sondaggio Lorien Consulting, presentato a Roma in occasione del convegno Green Mobility durante il quale Legambiente, nel giorno in cui in alcune città scatta lo stop ai diesel più vecchi, ha illustrato dieci proposte per una nuova mobilità e città più vivibili e libere dalle auto. Se da una parte gli italiani sono preoccupati per la qualità dall’aria, sul fronte delle strategie di riduzione delle emissioni da adottare hanno posizioni divergenti. Da quanto emerge dal sondaggio, a fronte di un 10% che propone di non vendere più veicoli benzina e diesel, un 8% propone di bloccarne la circolazione già oggi, la maggioranza, il 71% degli intervistati è favorevole ad incentivi per l’acquisto di mezzi non inquinanti. Solo il 5%

vede invece di buon occhio la possibilità di aumentare le tasse sui mezzi inquinanti e i pedaggi…

Per continuare a leggere l'articolo Abbonati o Accedi