Senza pietà, dà appuntamento all’ex e la fredda in strada con 5 colpi di pistola

Freddata con cinque colpi di pistola esplosi uno dopo l’altro, senza tregua. Uccisa senza pietà per mano dell’ex fidanzato di cui, la giovane non si fidava fino in fondo, essendosi fatta accompagnare all’appuntamento con l’uomo da quattro persone. E sul terreno rimane l’ennesima vittima di femminicidio: il suo sacrificio è l’ultimo anello di una catena di delitti efferati, covati nel rancore, nel risentimento, nell’incapacità di accettare l’addio che sfocia però nella scelta della separazione estrema.

Roma, l’ultimo femminicidio: uccide la ex con cinque colpi di pistola

Una tragedia che, come altri prima di questo, magari verrà riduttivamente classificato come l’ennesimo dramma della gelosia, consumatosi all’interno di una coppia di stranieri – romeno il killer, romena la vittima –  accaduto ieri sera in strada in via della stazione di Pavona, a Roma. L’assassino, 36 anni, è stato tempestivamente intercettato e arrestato dagli agenti della polizia del commissariato Esposizione con l’accusa di omicidio. La vittima, anche lei romena, aveva solo 23 anni. Secondo una prima ricostruzione, l’uomo ieri sera aveva dato appuntamento alla sua ex in strada, e forse la scelta di un posto pubblico ha in qualche modo rassicurato la ragazza che, comunque, si è presentata al cospetto di quello che sarebbe diventato da lì a poco il suo omicida, accompagnata da quattro persone che poi sono andate via.

La discussione degenera, l’uomo estrae la pistola e fa fuoco: arrestato

La situazione, evidentemente, sarà sembrata sotto controllo, ma a un certo punto deve essere comunque degenerata visto che, a quanto sembra, durante il confronto tra i due è scoppiata una discussione, forse per motivi di gelosia. A quel punto il 36enne avrebbe estratto la pistola, che non era detenuta regolarmente, e dopo aver mirato contro la sua ex fidanzata, ha sparato e ucciso: cinque colpi andati a segno. Cinque colpi che hanno stroncato l’ennesima giovane vita.