Salvini contro Mattarella: «Anche di Lucano dirà che non è al di sopra della legge?»

Quella randellata arrivata dal Colle in un momento di difficoltà Matteo Salvini non se l’è dimenticata e ora, alla prima occasione, il vicepremier  l’ha restituita a Sergio Mattarella, sotto forma di battuta al vetriolo. «Qualche migliaio di persone di sinistra (tra cui Laura Boldrini) ha manifestato solidarietà al sindaco di Riace, finito ai domiciliari con l’accusa di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Quando scoppiò il caso Diciotti, l’Anm difese il pm tuonando “basta interferenze”, mentre Mattarella ricordò che “nessuno è al di sopra della legge». Oggi si è svolta a Riace una manifestazione in favore del sindaco Mimmo  Lucano, mentre nella galassia mediatica progressista è tutto un inneggiare al primo cittadino “eroe” del centro calabrese. È l’ennesima dimostrazione della doppiezza (morale e culturale) della gente di sinistra: c’è un’illegalità “buona” (la loro) e c’è un’illegalità “cattiva” (ed è sempre quella degli altri). Passano i decenni, si avvicendano le  generazioni sulla scena, ma, di certi vizi, la sinistra italiana non riesce proprio a fare a meno.