Ronaldo, c’è anche Ruby nel giro di donne pagate dal calciatore. Lo scrive The Sun

Il caso di Cristiano Ronaldo si fa sempre più scottante: il mondo del calcio continua a ignorare lo scandalo sollevato dallo Spiegel sul presunto stupro ai danni di Kathryn Mayorga ma è certo che il campione le ha concesso 375mila dollari per non farla parlare. Ma il business del pallone non se ne interessa: e così se nel mondo del cinema accuse del genere hanno rovinato la carriera di produttori come Harvey Weinstein e attori come Kevin Spacey, lo juventino CR7 può ambire invece senza problemi al prestigioso trofeo del Pallone d’oro.

A Las Vegas però il fascicolo su Ronaldo e le accuse di Kathryn Mayorga è stato riaperto: i legali della ragazza impugnano il contratto sui 375mila dollari per coercizione e frode e accompagnano a questo atto la denuncia penale per stupro, accompagnata da un referto medico che documenta la sodomia violenta subìta dalla giovane.

L’avvocato Leslie Stoval, a Las Vegas, si spinge più in là e spiega a The Sun: “Altre tre donne, oltre Kathryn Mayorga, lo accusano”. “Una – scrive il Corriere riprendendo la notizia – sosterrebbe di essere stata violentata dopo un party, la seconda di essere stata ‘ferita’, la terza di aver firmato un patto di riservatezza con il calciatore nel 2009, esattamente come la Mayorga”. The Sun lancia anche un’altra bomba: nel giro di donne pagate o molestate da Ronaldo emerge anche un nome molto noto alle cronache italiane, quello di Karima el Mahroug, cioè Ruby Rubacuori. Un volto tanto noto quanto pericoloso per chi vi si imbatte, visto che ha compromesso anche la carriera politica di un leader potente come Silvio Berlusconi. Secondo quanto riportato dal tabloid britannico, Ronaldo avrebbe pagato 4mila euro per dormire con lei quando aveva 17 anni.