Rating abbassato: tra finte minacce e vere insidie ecco cosa rischia l’Italia

Moody’s declassa l’Italia e porta il Paese un gradino sopra il livello dei cosiddetti “titoli spazzatura”. Dopo l’avvertimento di Fitch a settembre, ecco quindi un’altra previsione al ribasso. Ma quali sono i rischi reali per l’Italia? Al momento il Paese si trova alla soglia del non investment grade, la categoria di imprese e Paesi cioè molto rischiosi per la platea di investitori. Se Fitch le assegna il voto “BBB”, mentre per Dbrs l’Italia è un gradino ancora più su con il rating “BBB high” – considerandolo insomma un Paese affidabile, in grado di onorare i suoi debiti e rimborsare gli interessi in scadenza – Moody’s declassa oggi da Baa2 a Baa3, con effetti che forse non saranno indolori.

 
Scongiurato il doppio downgrade, il Paese si ritrova in ogni caso a un solo notch dal livello…

Per continuare a leggere l'articolo Abbonati o Accedi