Rampelli: «L’Europa non può fare a meno dell’Italia. Basta sottomissioni»

mercoledì 3 ottobre 15:50 - DI Redazione

«In questi anni l’Italia ne ha subite di cotte e di crude dall’Europa, e gli insulti di Macron sono solo l’ultimo degli attacchi pretestuosi rispetto a quanto detto già dagli eurocrati nei nostri confronti. Per uscire dall’angolo senza drammatizzare ritengo che ogni tanto una stoccata a chi ci insulta o minaccia serve a far capire che non abbiamo più voglia di essere sottomessi». Così  Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi, ospite a Coffee Break su La7.

«L’Europa – ha aggiunto il deputato di Fratelli d’Italia –  non può fare a meno dell’Italia e da tempo è in corso una guerra di conquista che non si materializza con l’invasione dei confini da parte dei carri armati, ma attraverso l’Opa franco-tedesca sulle nostre aziende in difficoltà, anche sugli asset strategici. Alcuni Stati fondatori puntano a marginalizzare e dominare l’Italia sul piano sia politico che economico». Per far cessare l’attuale status di sudditanza e recuperare autorevolezza e sovranità – ha continuato Rampelli – si deve reagire alle provocazioni. Le dichiarazioni di Moscovici o di Jünker non sono solo di cattivo gusto, ma rappresentano una minaccia perché condizionano i mercati. Punzecchiarli con battute feroci non sarà elegante per i funghetti della diplomazia, ma è legittima difesa»

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • roccoangela60@yahoo.it 4 ottobre 2018

    l’Italia può fare a meno di questa brutta Europa…e poco importa se l’Europa non può fare a meno di noi(con tutti i soldi che ci prelevano ogni anno e con tutte le regole che ci impongono)…se avessimo politici intelligenti ce ne saremmo già scappati da tempo da Bruxelles e dall’euro…

  • michelericciardi.mr@gmail.com 4 ottobre 2018

    4 Ottobre 2018 — Se non la smettiamo di piangerci addosso, come vogliono (e ottegono) queste televisioni; la nostra fine è sempre meno lontana. Allo scopo ricordo le parole di Martin Luter King: “Io non ho paura della cattiveria dei malvagi, ma del silenzio degli onesti”. GRANDISSIMO Martin! Quelli che possono naturalmente.

  • 3 ottobre 2018

    Dichiarate una Italia Sovrana!!! E la unica soluzione per liberarsi da il controllo di Brussels…la unità europea non è mai esistita !! è specialmente per il popolo Italiano e Greco!! La Gran Bretagna e la unica che non a voluto vendere la nazione, identità , e liberta! Ora spero che Italia sia la seconda nazione a dichiarare la sua indipendenza!

    che

  • gdetoffoli@yahoo.it 3 ottobre 2018

    Questo è il ‘taglio’ giusto di TUTTI gli schieramenti che amano il paese ! Chiaro che Forza Italia, Tajani e zimbelli al seguito dimostrano; insieme alla compagine cani rossi sciolti che sono i mentecatti fuori dal contesto della battaglia in corso contro l’aggressione FrancoTedesca !