Raggi: scuole chiuse anche oggi. Salvini: al suo posto era meglio Meloni…

martedì 30 ottobre 7:51 - di Redazione

Scuole chiuse anche oggi 30 ottobre a Roma. Lo ha comunicato via Twitter la stessa Virginia Raggi affermando che si tratta di una misura necessaria per permettere di controllare le condizioni di sicurezza degli edifici scolastici. Ma può bastare una giornata per valutare eventuali rischi? Perdura in ogni caso l’allerta della protezione civile anche il 30 ottobre per Roma e per tutto il Lazio, regione colpita in modo particolare dal maltempo e dove si sono purtroppo registrate tre vittime: due giovani morti nel Frusinate sulla via Casilina perché la loro auto è rimasta schiacciata da un pino e un morto a Terracina, colpita da una violenta tromba d’aria che ha divelto tetti e fatto cadere numerosi alberi.

Auspichiamo che la Capitale possa presto voltare pagina, commenta Federico Mollicone (Fratelli d’Italia). ”La strage delle alberature e le caditoie intasate completano il quadro, con disagi ai cittadini e il pessimo biglietto da visita per i turisti. E’ il segno che la sindaca Raggi è ormai in caduta libera…più degli alberi, mai più la Roma decadente dei grillini”, conclude Mollicone.

All’inefficienza capitolina ha fatto anche riferimento Matteo Salvini durante un’intervista radiofonica. Alludendo a Giorgia Meloni ha detto: “Son contento di aver fatto la corsa con lei per le comunali di Roma, eravamo soli contro il mondo e per merito soprattutto di Giorgia siamo arrivati a tanto così dalla vittoria. Col senno di poi, probabilmente anche i romani avrebbero preferito che andasse in maniera diversa e che ci fosse un’altra donna in quel posto”. Un modo per far capire che, nonostante l’alleanza giallo-verde, la Raggi resta indifendibile…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • stefano 30 ottobre 2018

    mi rendo conto che la raggi fa proprio schifo

  • Francesco Desalvo 30 ottobre 2018

    Berlusconi aveva proposto Bertolaso, la Meloni ha voluto autoproporsi rompendo il centrodestra, ed è arrivata la Raggi.
    Come aveva ridato in 5 mesi case (non casette come ad Amatrice !) agli Aquilani, così avrebbe ripulito Roma. Fatti, non chiacchiere politiche.

    • Mauro 31 ottobre 2018

      Sarebbe stato più probabile la pulizia con la Meloni che con Bertolaso;

  • Jolanda C. 30 ottobre 2018

    L’incapacità della raggi è pari all’incoscienza di chi l’ha votata. Ed ecco gli innumerevoli inqualificabili risultati. Roma è in piena deriva.

  • Orlando Portento 30 ottobre 2018

    No Meloni, la colpa e’ stata dell’ammuffito Berlusconi.

  • Mauro 30 ottobre 2018

    Inoltre si ha chiuso le scuole è stato per l’allarme meteo dato dalla P.C. e se non lo avesse fatto e fosse sucecsso qualcosa lei sarebbe stata incriminata. Al suo posto solo un pazzo non avrebbe chiuso le scuole.

  • Mauro 30 ottobre 2018

    Probabilmente la Meloni avrebbe fatto meglio però nel passato tutti sono stati peggio della Raggi; Metterla alla berlina fa un po moda comunque i problemi di roma non sono nati ieri bensi alcuni decenni fà. Io direi di aiutarla invece che sperare di cambiarla

    • Giuseppe Forconi 31 ottobre 2018

      Vero, in passato tutti i sindaci che si sono succeduti non fatto altro che assicurarsi lo stipendio sperando di poter arrivare a fine mandato senza tante ferite. Vogliamo aiutare la raggi ….?/?? Volentieri, ma non e’ questione di aiutarla se non di buttare fuori tutte quelle mezze calzette che vivono e vivranno sempre nell’ombra, tanto c’e’ il sindaco che deve mettere la faccia. Al comune di Roma ci vuole anche una raggi ma che non deve mettere bocca, ci vuole gente super tecnica che conosca i dolori della citta’ e che si dia una data di inizio lavori e di non fermarsi fino a che Roma non ne esca completamente ripulita. Bisogna cominciare con lo buttare fuori tutti i nomadi o rom, tutto quel sottobosco di sfaticati ( russi, pakistani, islamici, rumeni, bosniaci, albanesi, africani, zingari e quanti altri fanno parte di quella nutrita folla di criminali ). Se tutto questo non gli stesse bene alla boldrini o a renzi o a gentiloni o in generale a tutta quella schiera di bastardi sinistroidi…….. allora Roma non la salvera’ piu’ nessuno, solo una nutrita e pericolosa rivolta popolare.

  • Pino1° 30 ottobre 2018

    Ritengo proficuo che l’On Giorgia Meloni resti alla guida del SUO partito, continui in Parlamento il ruolo di sostegno al Paese ed alla compagine futura se ci sarà. Al punto in cui è precipitata Roma con questa giunta Capitolina, gli sono stati mandati addirittura rinforzi ‘di forte braccio’ risultati inutili, occorre, intorno alla prossima guida una pace sociale totale delle forze politiche NON di sinistra ! La scomposizione definitiva e logica fra tutta la fascia della Roma antica con le necessità- tutte sue – di salvaguardia e potenziamento migliorativo per qualità e controllo a partire dalle edificazioni storiche (vedasi s.giuseppe dei falegnami) per terminare sui sampietrini che devono tornare ad essere i padroni del piano di calpestio come fosse IL modo di pavimentare ancora oggi Roma. Non qualificare, terribile sinistrorsa affermazione per coprire le cose più vergognose, ma restaurare ! Quanto c’è e c’era disponibile fino a cinquant’anni fa! I municipii periferici hanno da svolgere attività e funzioni più attinenti l’odierno ed il futuro. Dare assoluto rilievo ai polmoni verdi della città che sono tanti ed assolutamente pregevoli per tornare alle buone abitudini care a giovani e famiglie romane di buone tradizioni, con i domenicali municipali a cavallo fra la gente che non va in ferie alle maldive.
    Roma è stata la metropoli italiana in cui sono stati applicati modi gestionali quale i tristi ricalcoli a posteriori delle tasse, esperimenti. E’ una composizione di città diverse, in una sola, come alcuni aspetti della città di Milano. Si faccia risorgere il bello e l’utile per dare lavoro a km0 e leggi specifiche per una città speciale, il Sindaco può fare cose incredibili sul suo territorio, solo lo volesse e sapesse fare. Per questo, l’impegno sarà lungo, la On. Meloni deve pensare al Paese, ella indichi le energie, giovani, che ci sono, coadiuvati da vecchi leoni, che fortunatamente sono anche loro. Ridate alla mia città natale visitata con desolazione nel cuore e pruriginose mani di recente, l’onore e l’orgoglio d’essere stata ‘Caput Mundi, !

  • Angela 30 ottobre 2018

    Sicuramente Meloni sindaco di Roma avrebbe fatto tanto e bene per la capitale,su questo non ci sono dubbi.

  • Fabio 30 ottobre 2018

    Ancora parliamo di una che non sa fare il suo lavoro ? Mi auguro che i romani che sempre sono stati di sinistra capiscano che la nuova sinistra non poteva arrivare dallo sfascio della sinistra credendo in un movimento chiamato 5 stelle , basta , Roma è allo sbando totale !

  • 29 ottobre 2018

    Scusa Mr. Salvini ma Ms. Meloni dovrebbe essere il premier di Italia!!!! No meno!!!!