Raggi bocciata senza appello dai romani: è flop pulizia, trasporti e rifiuti

martedì 2 ottobre 17:06 - DI Carlo Marini

Autobus e tram (4,4), raccolta dei rifiuti (3,8) e pulizia delle strade (3,5). Sono i voti assegnati dai romani ad alcuni servizi pubblici capitolini. Il dato emerge dall’indagine dell’Agenzia per il controllo e la qualità dei servizi pubblici locali di Roma Capitale che ha presentato oggi nella sala della Piccola protomoteca del Campidoglio l’Indagine sulla qualità della vita e dei servizi pubblici locali 2018.  Giunta alla sua undicesima edizione, l’indagine, presentata dal presidente Carlo Sgandurra, fornisce una mappa dettagliata della qualità della vita a Roma, dimostrando la stretta connessione che esiste tra il livello dell’offerta dei servizi pubblici locali e la qualità della vita, percepita e vissuta, dai cittadini.

Report dell’agenzia del Campidoglio su 18 servizi pubblici

Dei diciotto servizi pubblici locali (pulizia urbana, rifiuti, trasporti, mobilità, taxi, illuminazione, parchi e verde pubblico, bioparco, asili nido, farmacie comunali, servizi alla persona, servizi idrici, servizi cimiteriali, sedi espositive, spettacoli e biblioteche comunali), presi in esame dall’indagine dell’Agenzia per il controllo e la qualità dei servizi pubblici locali di Roma Capitale, soltanto undici risultano sufficienti o più che sufficienti nelle valutazioni dei cittadini.

Il voto medio dei romani ai servizi pubblici è 5,3

Il voto medio attribuito dai romani alla qualità della vita nella Capitale nel 2018 è 5,3, un dato in lieve crescita dopo il minimo di 5,1 toccato nella primavera del 2016. La percezione e la valutazione dei cittadini presentano oscillazioni minime, sia tra un municipio e l’altro, sia dal centro alla periferia, per cui la lettura territoriale non fornisce un quadro molto differenziato ma delinea un trasversale e generale malcontento. L’Agenzia spiega che i romani si ritengono più soddisfatti, invece, dei servizi culturali, delle farmacie comunali e del servizio idrico.

FdI: “Il report certifica due anni disastrosi”

«I dati pubblicati dall’Agenzia per il controllo e la qualità dei servizi pubblici del Campidoglio sono impietosi e confermano lo stato drammatico in cui versa la Capitale amministrata dai 5 Stelle. Il voto medio attribuito dai romani alla qualità della vita a Roma è mediocre e al di sotto della sufficienza». È quanto dichiara in una nota Andrea De Priamo, capogruppo di Fdi in Campidoglio. Nettamente insoddisfacenti, con voti addirittura tra il 3 ed il 4, su trasporti e raccolta rifiuti a cui si aggiunge anche il grande degrado nelle aree più periferiche della città. Dopo due anni di consiliatura i grillini sono in netto peggioramento, Raggi ormai in caduta libera».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *