Rachele Mussolini e Rocca: perché voteremo no alla privatizzazione Atac

“La gestione di un servizio strategico come quello del trasporto pubblico, non solo Atac, da parte dei privati si è rivelata già in passato un flop gigantesco. E’ per questo che voteremo no alla privatizzazione di Atac”. Così Rachele Mussolini, consigliere comunale della lista civica “Con Giorgia”, e Federico Rocca, responsabile nazionale Enti Locali di Fratelli d’Italia. Rachele Mussolini ha così proseguito: “L’esperienza di Roma Tpl, solo per fare qualche esempio, ha dimostrato che la gestione del privato non è affatto conveniente. Il privato, infatti, punta soltanto al raggiungimento del proprio profitto, il che può significare compiere operazioni come il taglio di fantomatici esuberi, fatto sulla pelle dei lavoratori, o la riduzione drastica delle linee più periferiche, considerate meno remunerative da un punto di vista economico, a discapito dell’intera cittadinanza”. “Di contro il risanamento di un’azienda come Atac deve essere necessariamente prerogativa della pubblica Amministrazione”, prosegue ancora l’onorevole Rachele Mussolini, che propone: “In questo senso è auspicabile un patto tra Governo, Roma Capitale e Regione Lazio che consenta di investire sul trasporto pubblico, operando attraverso proposte concrete, competenti ed efficaci, che siano capaci di sbloccare una volta per tutte la mobilità di Roma Capitale”.