Prato, 17enne picchia e maltratta i fratelli: la madre lo fa arrestare

giovedì 4 ottobre 11:10 - DI Redazione

Aveva trasformato la vita della sua famiglia in un inferno. Prima maltrattando e picchiando madre, fratello e sorella, poi chiedendo soldi in continuazione per acquistare telefonini e videogiochi. Alla fine la mamma esasperata da tre anni di vessazioni e violenze ha trovato il coraggio di denunciare il figlio, appena 17enne, che ora è stato allontanato dalla famiglia e affidato in arresto dai carabinieri ad una comunità terapeutica per riabilitare i minori in esecuzione dell’ordinanza cautelare emessa dal gip del Tribunale dei Minorenni di Firenze.

Pretendeva soldi per pc e smartphone

Il fatto è accaduto a Iolo di Prato, in Toscana e sono stati proprio i carabinieri della locale stazione a raccogliere la denuncia della madre talmente esasperata e disperata da decidere di separarsi dal proprio figlio piuttosto che continuare a subirne le minacce e le violenze. Non tutte l’avrebbero fatto. A carico del 17enne gravano ora diverse ipotesi di reato che vanno dalle lesioni personali ai maltrattamenti in famiglia, alla minaccia nei confronti della madre, del fratello e della sorella. L’indagine scaturita dalla denuncia della madre ha  fatto emergere una situazione familiare ormai non più sostenibile. Nell’ordinanza cautelare del giudice si legge infatti che il ragazzo, già da alcuni anni, aveva sottoposto «i familiari ad assoggettamenti psicologici e fisici messi in atto con aggressioni verbali e fisiche, pretendendo spesso dai genitori continue elargizioni di denaro per l’acquisto di beni voluttuari».

Il 17enne affidato ad una comunità terapeutica

Alla madre-coraggio non resta ora che sperare nel lavoro della comunità terapeutica cui il figlio è stato affidato. Se non altro perché trovi buon esito la terribile prova cui ha deciso di sottoporsi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *