Obesità infantile, studio del Cnr: «Gli amici aiutano a stare in forma»

Gli amici possono aiutare a stare in forma. Ed è utile usare le leve sociali per spronare i bambini all’attività fisica per contrastare l’obesità e sovrappeso che, in Europa, colpisce un bambino su tre, secondo l’International Association for the Study of Obesity. L’indicazione emerge da uno studio di cui è coautrice Eugenia Polizzi, ricercatrice dell’Istituto di scienze e tecnologie della cognizione del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Istc), che ha esaminato l’impatto di meccanismi sociali come la reciprocità e la cooperazione di gruppo sul motivare bambini di 9-11 anni a praticare più sport. Il lavoro, pubblicato su Nature Human Behaviour, è coordinato dal Joint Research Center della Commissione europea in collaborazione con l’università di Cambridge.

 

In Europa l’obesità infantile colpisce un bimbo su tre
A 350 bambini…

Per continuare a leggere l'articolo Abbonati o Accedi