Napoli, immigrato spacciatore con hashish nelle sigarette: botte ai carabinieri

Momenti di forte tensione a Napoli, con gli uomini in divisa aggrediti da un immigrato spacciatore. I carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato un 26enne della Costa d’Avorio già noto alle forze dell’ordine. L’accusa: detenzione di stupefacenti a fini di spaccio e resistenza. L’uomo è stato sorpreso in piazza Leone mentre insieme a un altro individuo (su cui si sta indagando per l’identificazione) stava cedendo droga ad “acquirenti” che man mano si avvicinavano. Rincorso e bloccato dopo un breve inseguimento, l’immigrato spacciatore ha opposto resistenza colpendo due carabinieri che hanno riportato contusioni guaribili in 7 giorni diagnosticate da medici del San Giovanni Bosco. Recuperati e sottoposti a sequestro circa 20 grammi di hashish in stecchette pronte per lo smercio al dettaglio tenute all’interno di un pacchetto di sigarette che il 26enne aveva lanciato ai lati della strada per disfarsene durante l’inseguimento. La sua perquisizione personale ha invece subito dopo portato al rinvenimento di 180 euro in banconote di vario taglio sottoposte a sequestro perché ritenute provento dell’attività illecita. Per l’immigrato spacciatore il rito direttissimo.