Musumeci attacca il M5S: «Mi odiano perché pensavano di avere la Sicilia in mano»

Il governatore della Sicilia, Nello Musumeci, è furibondo con il M5S e quello che pensa di loro non glielo manda a dire. Alla fine, dopo tanti attacchi strumentali, Musumeci è sbottato. «I grillini ce l’hanno con me perché non si sono rassegnati all’idea che hanno perso. Loro erano convinti di avere la Sicilia nelle mani. Ma così non è stato. Il popolo della Sicilia ha scelto me per essere rappresentato». Finita la campagna elettorale , si sfoga il governatore della Sicilia, «mi sarei aspettato che il leader M5S venisse da me per dire: “Noi opposizione siamo a disposizione della Sicilia”»,  Invece no, tanto peggio tanto meglio. «Il M5S vive per le inerzie della politica tradizionale. Quindi, meglio facciamo noi, meno spazio hanno loro. Qualcuno mi odia anche, ma come diceva San Matteo. “Se qualcuno ti odia prega per loro e non avrai più nemici”»

Musumecci sferra il suo attacco ai grillini anche sul fronte della politica nazionale. «Penso tutto il male possibile del reddito di cittadinanza, noi non abbiamo bisogno di alimentare questo tipo di assistenza». «Attenzione, però – avverte anche- ci sono casi e casi». Tutte queste dichiarazioni in una intervista di Musumeci a Panorama Italia.