Migranti, inizia la svolta: rigettate migliaia di richieste di asilo

domenica 7 ottobre 10:58 - DI Aldo Garcon

Inizia la svolta. Il Viminale, da quando Matteo Salvini è alla guida del ministero,  ha rigettato una valanga di richieste di asilo presentate dai migranti. Le concessioni dei permessi umanitari, come riporta il Giornale, prima dell’ingresso del decreto Salvini che ne abolisce l’esistenza, sono infatti crollate dal 26% al 17%. Sono seimila le domande di asilo che in un solo mese le Commissioni territoriali hanno scartato. Molto più che in passato.

Nel 2017, come ricorda il Giornale, su migliaia di richiedenti asilo l’8% ha ottenuto lo status di rifugiato, la stessa cifra per la protezione sussidiaria e oltre il 25% sono potuti restare in Italia grazie alla protezione umanitaria. Il dl Salvini ha abolito questa forma di documento, sostituendolo con altri permessi di soggiorno legati alla malattia o alle condizioni dello Stato di provenienza.

La linea dura riguarda però anche le altre forme di protezione. Mentre scompare l’umanitaria, infatti, le direttive e le circolari di Salvini hanno prodotto un altro risultato: hanno consentito di aumentare il numero di dinieghi di qualsiasi forma di protezione. Il 72% di chi ha fatto domanda di asilo, infatti, ha ricevuto un rifiuto. Come riporta Repubblica, a giugno i rigetti erano al 59%.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • vargiuantonietta@gmail.com 10 ottobre 2018

    era ora ci fosse una regolamentazione come negli altri stati….è cosa buona e giusta

  • romano.arnaldo@virgilio.it 9 ottobre 2018

    Mi risulta che molti immigrati arrivano senza avere un documento che accerti la propria identità perchè quando partono distruggono il loro documento per non essere identificati e, mi chiedo, perchè se io metto piede in uno stato senza un mio documento, mi prendono per un’orecchio e mi rispediscono a casa senza se, e senza ma……………………..mentre da noi è possibile entrare? in fondo, sappiamo chi sono queste brave persone? Sappiamo chi sono queste importanti risorse (come va dicendo la Boldrini e qualche altro losco personaggio della sinistra). Ci arriva senza documenti, non dovrebbe nemmeno sbarcare, con lo stesso mezzo si rimanda a casa sua a meditare……………………

  • max.bialystock@libero.it 8 ottobre 2018

    benissimo!!!!!
    Comunque il 17% è ancora eccessivo.

  • carlo.bisi.griffini@alice.it 7 ottobre 2018

    tutti i cittadini stranieri che cercano di entrare in Italia al di fuori dei normali valichi di frontiera e senza documenti adeguati vanno subito respinti senza porsi il problema di identificarli.

  • guido55@libero.it 7 ottobre 2018

    Era ora ma, ma poi queste persone cosa fanno, ripartono subito, si ritrovano il solito foglio di via, usualmente cestinato? Mi manca il passaggio successivo. Cosa mi sono perso?

  • roccoangela60@yahoo.it 7 ottobre 2018

    Finalmente!!!

  • gdetoffoli@yahoo.it 7 ottobre 2018

    Bene, e… poi? Biglietto aereo x il loro paese, imbarco spontaneo,
    cinquecento euro in mano e chiusa li ?