Meloni: «Hanno trasformato l’Europa in un club di usurai. A maggio…»

mercoledì 10 ottobre 16:02 - DI Augusta Cesari

Un grande sogno, l’Europa,  infranto da tecnocrati e speculatori. Giorgia Meloni più agguerrita che mai in un’intervista a Non stop news su Rtl 102.5, Sky e anche sui social non rinuncia a delineare i contorni di una nuova Europa possibile e auspicabile. Manca poco. «Con le prossime elezioni di maggio cambierà l’assetto europeo. Si andrà in una direzione nuova, che è quella di avere un’Europa come spero sia quella per la quale noi lavoriamo, quella per cui lavora anche Fratelli d’Italia. Quindi chi voterà alle prossime elezioni europee – scandisce dai microfono la Meloni – sappia che se sceglierà noi, sceglierà l’alternativa di un’ Europa diversa, che non sia più nelle mani dei tecnocrati, dei burocrati, che è un’alternativa agli interessi della grande finanza speculativa». Un intervento tutto da ascoltare.

Meloni: “Hanno infranto un sogno”

Ci hanno raccontato balle. «In questi anni – ha aggiunto la Meloni – ci hanno detto che chi era contro l’attuale assetto europeo era nemico dell’Europa. In realtà, i nemici dell’Europa sono proprio quelli che hanno trasformato un sogno di solidarietà, una grande civiltà, in un club di un gruppo di usurai, perché questa fino a qui è stata l’Ue, con politiche cieche e ridicole che hanno impoverito milioni di persone e interi stati nazionali. Noi pensiamo che, invece, bisogna rimettere più potere e libertà ai singoli Paesi, lasciando i grandi temi comuni all’Ue».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • max.bialystock@libero.it 10 ottobre 2018

    tra l’altro la GB non aveva voluto (bravissimi) l’euro ma aveva tenuto le Sterline (evitandosi un mare di problemi prima e dopo…)
    Grandi Temi? quali?
    comunque Nazioni Sovrane a partire dalla moneta.
    Poi se ne può parlare e comunque in nessun caso si possono imporre visioni politiche e decisioni se non realmente condivise
    Nazioni Sovrane in tutta Europa (senza euro)
    Ci sono sempre state e ciò non ha portato a Guerre
    (come dicono i banchieri amaragani sui generis…)
    Naizoni Sovrane (anche e sopratutto monetariamente parlando) libere di proporre ed accogliere iniziative politiche presentate da ogni Nazione

  • roccoangela60@yahoo.it 10 ottobre 2018

    E pensare che io lo dico da anni che l’europa unita e l’euro sarebbero stati la rovina degli stati che ne avrebbero fatto parte…Grande la Gran Bretagna che ha avuto l’abilità e l’intelligenza di uscirne(anche se gliela faranno pagare a caro prezzo l’uscita).