Meloni contro il “reddito” targato M5S: «I sussidi creano gli schiavi di Stato»

mercoledì 3 ottobre 10:04 - DI

«Così con il reddito di cittadinanza comprano la tua libertà». Giorgia Meloni dalla sua pagina Facebook attacca la misura targata cinquestelle. «Un uomo che lavora è un uomo libero – scrive la leader di Fratelli d’Italia – un uomo che deve la sua sopravvivenza a un sussidio regalato dallo Stato è schiavo di quello Stato. Ma ai grillini non basta, vogliono togliere ai “beneficiati” del reddito di cittadinanza anche la libertà di spendere il sussidio e la privacy su cosa e dove comprano». Giorgia Meloni osserva, infatti, che per monitorare il flusso di denaro che lo Stato eroga a coloro che rientrano nella cosiddetta soglia di povertà, arriva una sorta di Grande Fratello statale. «Le spese – scrive ancora – saranno tracciate e controllate, deciderà lo Stato-Grande Fratello se un deodorante o un paio di pantofole sono spese congrue o spese superflue non consentite. Per fare degli italiani un popolo al guinzaglio del governo. Non è questa la mia Italia».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • mautau@tiscali.it 4 ottobre 2018

    Credo che avete tutti ragione, sia all’idea che questo tipo di elargizione è da respingere, sia quelli che in attesa che ci sia un lavoro, per le persone lavoratrici, almeno ci possa essere per questi una minima fonte di sostentamento. Però si sta facendo un gran casino da parte dei 5S, quando in realtà da sempre esistono istituti, variamente chiamati, che vanno nella direzione di un aiuto alle famiglie meno abbienti. Ma soprattutto pensino a creare lavoro per tutti. Questa sarebbe la più grande giustizia.

  • maurocollavini@libero.it 4 ottobre 2018

    Egr.a Segretaria mi permetta di non essere d’accordo con Lei; Dopo aver importato centinaia di migliaia di migranti che nella maggior parte dei casi hanno sostituito lavoratori italiani l’unica cosa che rimane da fare è dare un minimo di reddito (Solo a coloro che hanno la cittadinanza italiana) ed obbligarli a seguire un percorso per asrrivare ad effettuare un lavoro. Probabilmente poi i lavori che gli verranno offerti saranno in buona parte statali, comunali e di alcune partecipate, ma già rimattere in moto un mercato del lavoro in mano alle cooperative che introitano tanto e pagano poco i propri lavoratori mi sembra un’ottima idea. Inoltre cerchi di non mettersi dalla parte degli stupidi semplicemente perchè forza italia come i sinistri sono contrari, come fece in occasione della legge fornero dove avete perso una grande battaglia di giustizia: Finirla di prendere dal popolo e far pagare finalmente ai ricchi pensionati.

  • giovanni.gesia@comune.sangiulianomilanese.mi.it 4 ottobre 2018

    NON MI STANCHERO’ MAI DI DIRE CHE SEI LA DEGNA EREDE DI GIORGIO ALMIRANTE……!!!!!!……

  • fornaromario@libero.it 4 ottobre 2018

    Sig. Meloni: sono un suo estimatore e la considero una delle rare donne di testa buona in politica. Però, la sua ‘condanna’ in toto del sussidio ai disoccupati ed ai poveri pensionati non la condivido. Può essere che una percentuale di coloro che riceveranno il sussidio facciano i ‘furbetti’ oppure che si accontentino e adagino in panciolle: è una scelta soggettiva derivata da molti fattori (culturali, ambientali, psicologici, etc.). Però, è probabile che ci siano altri ben intenzionati a lavorare: ed il lavoro non c’è attualmente e sono senza reddito (magari ‘mantenuti’ da nonni pensionati). Lei può dare una idea realizzabile di come si possa creare il lavoro oggi, nella stagnazione economica (al di là delle generalizzazioni) ? Il sussidio, così come impostato può anche fare sorridere: ma la finalità è di fare ‘spendere’ anziché mettere nel portafoglio la somma ricevuta (gli acquisti generano ulteriori produzioni e quindi lavoro). Esempio del Governo Renzi con gli 80 Euro: non sono stati spesi, ma accantonati in previsione di vacche magre (che abbiamo in abbondanza in aziende che licenziano, o mettono in cassa integrazione, o delocalizzano). Per tali motivazioni, personalmente aspetto di vedere cosa accadrà, senza anticipare opinioni negative anzitempo. Con cordialità e stima: Mario Fornaro

  • roccoangela60@yahoo.it 3 ottobre 2018

    Cara Meloni,ai cittadini italiani o gli dai il lavoro dignitoso oppure gli dai un sussidio per poter vivere !

    • giovanni.gesia@comune.sangiulianomilanese.mi.it 4 ottobre 2018

      IL LAVORO E’ LA VERA COSA DEI CUI HA BISOGNO L’ITALIA E GLI ITALIANI E NON CERTO UN SUSSIDIO COME QUELLO IDEATO DAI 5stalle…. HA SACROSANTE RAGIONI LA CARA GIORGIA QUANDO DICE CHE UN SUSSIDIO E’ FONTE DI SCHIAVITU’….. BASTA VEDERE COME VEDONO LE COSE I 5stalle O LA PENSI COME LORO O SEI FUORI, HANNO TUTTO DEL comunismo, MA SOTTO ALTRO NOME…. GIORGIA CONTINUA COSI’ TU SEI UNA GARANZIA PER TUTTA LA DESTRA ITALIANA…..!!!!!…..