Meloni a Salvini: «Sbatti i pugni sul tavolo, il M5S in economia è un disastro»

lunedì 8 ottobre 14:17 - DI Bianca Conte

Giorgia Meloni dà una strigliata a Salvini e, saltando preamboli perifrastici e andando dritto al punto della questione – e ai suoi protagonisti – da collega di coalizione di centrodestra la leader di FdI parla all’uomo di governo, a cui indirizza un appello che suona più come una denuncia che come un’esortazione: «L’appello di Antonio Tajani a far cadere il governo francamente non mi pare centrato. L’appello che invece mi sento di fare a Salvini è che deve sbattere di più i pugni sulle materie economiche, perché dal decreto dignità alla manovra, a dettare la linea pare sia il movimento cinque stelle e non è una buona notizia».

Da Giorgia Meloni l’appello diretto a Salvini

Parla chiaro – come è solita fare – la presidente di FdI Giorgia Meloni, ospite a Cagliari per presentare e sostenere il nome del candidato governatore per la Regione, espresso dal partito e da sottoporre al vaglio della coalizione: il consigliere regionale Paolo Truzzu. parla chiaro e fa ancora una volta riferimento all’imprescindibilità della compattezza del centrodestra che, come torna a sollecitare la Meloni, «riteniamo anche che vada rifondato – ribadisce –ma è positivo il fatto che ci si sia visti qualche settimana fa e che si sia stabilito qualcosa che non era scontato, cioè che il centrodestra correrà compatto alle prossime regionali, cosa che farà anche anche in Sardegna». Uniti e compatti, dunque, per questo, torna a dare una scossa all’alleato leghista la leader di FdI, «le politiche del M5S – aggiunge Giorgia Meloni – sono le stesse della sinistra: il reddito di cittadinanza per risolvere il problema della disoccupazione, ad esempio, è una proposta molto simile a quella che qui in Sardegna proponeva Pigliaru. Per Fratelli d’Italia invece la sfida non è mantenere disoccupati i disoccupati, con la paghetta che viene data dallo Stato nazionale ma è trasformare quei disoccupati in occupati».

Bene, invece, il cambio di passo sull’immigrazione. Ma il blocco navale?

Diverso, invece l’approccio al delicato tema dell’immigrazione, sul fronte del quale la numero uno di FdI riconosce l’importanza del «cambio di passo», motivo per cui il partito «ha sostenuto il governo. Su questo Salvini – ha infatti concluso la Meloni – ha dato un’impronta legata alle politiche di centrodestra, anche se non capisco perché il governo non voglia chiedere il blocco navale per impedire ai barconi di partire». Un’approvazione con riserva, insomma, un punto di partenza da cui ripartire per lavorare insieme su idee, proposte, risoluzioni condivise, non con i colleghi grillini al governo, ma con gli alleati di coalizione del centrodestra.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • mauro@mgrmoda.com 9 ottobre 2018

    …BENE…ANZI MALE!!!… Giorgia Meloni e un’altro Deputato di FdI… di cui mi sfugge il nome… ora su rai2… hanno dimostato nei commenti di nn aver nemmeno letto…nella parte della Manovra Economica…la parte del Reddito di Cittadinanza… e di sposare al 100×100 le tesi di fi e dei pdiarreotici comunisti… da questo momento nn voterò più FdI…e VOTERO’ LEGA!!!…

  • sardinia2004@libero.it 9 ottobre 2018

    Alle elezioni ho votato per FdI e sono assolutamente convinto che solo Giorgia Meloni possa convincere. Matteo Salvini a capire che se non si impunta sul reddito di cittadinanza facendolo perlomeno modificare in modo che la spesa finale non superi i 3 o 4 miliardi al massimo , destinandolo poi solo agli Italiani nati in Italia,figli di genitori anche loro nati in Italia, sara’a breve un motivo per cui molti non voteranno piu’ per la Lega
    Dare soldi a Rom migranti lavoratori in nero nullafacenti di ogni tipo non serve altro che a far salire lo spread e a portarci alla rovina
    Serve investire in opere pubbliche costruzione di case popolari nuove carceri messa in sicurezza di scuole ponti strade e finanziare le imprese che possano assumere nuovi lavoratori
    Un bel governo di centrodestra con Giogia Meloni donna saggia e con le idee chiare come Presidente del consiglio !!!

  • 9 ottobre 2018

    Forza Giorgia,batti i pugni e cerca di farti ascoltare da Salvini.
    Questo governo ha fatto buone cose,ma tante altre,proposte dai 5st,sono sbagliate e ci saranno conseguenze disastrose per l’economia italiana.

  • riandree@yahoo.com 9 ottobre 2018

    Meloni, con B avete deciso di passare all’opposizione quindi la smetta di dare consigli a chi di consigli ha dimostrato ampiamente di non aver bisogno. punto e basta

    • rkmontanari@gmail.com 9 ottobre 2018

      come fai a dire una scemata simile? Berlusconi prima e Meloni dopo hanno incassato il NO dei 5stelle, e Salvini si è adeguato, scaricando gli alleati e mettendosi con i grillini. Poi i traditori sono gli altri? incredibile

    • sergio la terza 9 ottobre 2018

      e dimaio sarebbe uno che non ha bisogno di consigli?per piacere vada a riposare….in pace

  • roccoangela60@yahoo.it 9 ottobre 2018

    …e fateli lavorare in pace…tutti i governi che li hanno preceduto non hanno fatto niente per anni…e da questi due pretendete che in 4 mesi facciano tutto e di più…

    • sergio la terza 9 ottobre 2018

      lavorare??????chi ? dimaio?per piacere …se non ha fatto mai niente oltre allo stewart!!!

  • michelericciardi.mr@gmail.com 8 ottobre 2018

    8 Ottobre 2018 — Lo ripeto ogni tanto perchè ne vale la pena. 8 Febbraio 2017 — Estratto dalla lettera ai suoi familiari, del giovane trentenne friulano, Michele, SUICIDA — … le cose per voi si metteranno talmente male che tra un po’ non potrete pretendere nemmeno cibo, elettricità o acqua corrente, ma ovviamente non è più un mio problema. IL futuro sarà un disastro a cui non voglio assistere, e nemmeno partecipare. Buona fortuna a chi se la sente di affrontarlo. Non è assolutamente questo il mondo che mi doveva essere consegnato, e nessuno mi può costringere a continuare a farne parte. È un incubo di problemi, privo di identità, privo di garanzie, privo di punti di riferimento, e privo ormai anche di prospettive. Non ci sono le condizioni per impormi, e io non ho i poteri o i mezzi per crearle. Non sono rappresentato da niente di ciò che vedo e non gli attribuisco nessun senso: io non c’entro nulla con tutto questo. Non posso passare la vita a combattere solo per sopravvivere,… — Agghiacciante, struggente e arrabbiante, e di un contenuto terrificante ma vero e reale!… La porterò sempre con me, per penitenza… (e così dovrebbero fare tutti, per leggerlo e rileggerlo), fino alla tomba e, una volta lassù cercherò quel MICHELE, per inginocchiarmi davanti a si tale grandezza.

    • riandree@yahoo.com 9 ottobre 2018

      ogni generazione eredita un mondo che non gli piace. anche io che sono vecchierella. poi ci sono quelli che lo prendono e ci fanno qualcosa che gli piace di più e i vigliacchi che accusano tutti di tutto e si tolgono di torno. io ho scelto la prima opzione perché io SO che il mondo e la società non sono accompagnati dal libretto di istruzioni. tanti invece pretendono di averlo bello a loro immagine e somiglianza senza impegnarsi a renderlo così. io non posso provare compassione per quelli come michele, perché invece ce ne sono tanti di giovani che cercano di contribuire…

    • mauro@mgrmoda.com 9 ottobre 2018

      …NN SONO D’ACCORDO SUI SUICIDI… BISOGNA SEMPRE LOTTARE PERCHE’ LA VITA E’ UN DONO DELL’UNIVERSO… CHE BISOGNA GESTIRE PER SE STESSI E PER CHI TI E’ VICINO…MA RISPETTO LA SCELTA DI QUESTO RAGAZZO…