Ma che “manine”, «Di Maio è psichiatrico»: Sgarbi incontenibile alla Camera (Video)

Sgarbi scatenato: stavolta il bersaglio della sua invettiva – argomentata, per la verità, e scevra da richiami animalisti – è il vicepremier pentastellato Luigi Di Maio, un caso, definito dal critico d’arte nel suo intervento alla Camera per il gruppo Misto «psichiatrico», e non politico, in riferimento alle presunte manipolazioni del decreto fiscale, apportate per l’esponente grillino misteriosamente nel tragitto dal governo alla Presidenza della Repubblica, e denunciate dal ministro del Lavoro ospite a Porta a Porta.

L’attacco di Sgarbi a Di Maio nel suo intervento alla Camera

Di più: nel più classico degli stili oratori di Sgarbi, alla definizione choc segue sempre poi il consiglio sui generis: e allora, dopo aver escluso che nel caso del complotto evocato e da Di Maio in riferimento alla manina occulta – smentita da Quirinale e Lega – che avrebbe manipolato ad hoc il documento di governo si possa parlare di vicenda politica, il critico d’arte suggerisce al leader grillino, sempre in vena di “caccia alle streghe”, di tornare «a scuola» e di trovarsi quel lavoro che «non ha mai avuto». «È ridicolo! Di Maio vota a sua insaputa e non sa che i poteri sono tre: legislativo, esecutivo e giudiziario», tuona Sgarbi nel suo animato-animoso intervento senza andare tanto per il sottile e dando voce, senza allocuzioni diplomatiche o giri di parole, a quello che in molti, moltissimi, hanno pensato in questi giorni dal minuto dopo la sortita mistery del vicepremier movimentista. tutto propedeutico alla stoccata finale: «Non c’è bisogno di minacciare il ricorso alla magistratura per difendere il buon diritto le scelte legittime del governo, visto che la magistratura non deve entrare nelle scelte del governo… Se poi, come è già accaduto, Di Maio vota a sua insaputa, sarà un problema psichiatrico e non politico». Chiaro e conciso, Sgarbi che, anche in questo caso, va dritto al punto stoccando direttamente e colpendo ai fianchi, senza troppi affondi in punta di fioretto prima…