Ma che “manine”, «Di Maio è psichiatrico»: Sgarbi incontenibile alla Camera (Video)

venerdì 19 ottobre 10:05 - di Ginevra Sorrentino

Sgarbi scatenato: stavolta il bersaglio della sua invettiva – argomentata, per la verità, e scevra da richiami animalisti – è il vicepremier pentastellato Luigi Di Maio, un caso, definito dal critico d’arte nel suo intervento alla Camera per il gruppo Misto «psichiatrico», e non politico, in riferimento alle presunte manipolazioni del decreto fiscale, apportate per l’esponente grillino misteriosamente nel tragitto dal governo alla Presidenza della Repubblica, e denunciate dal ministro del Lavoro ospite a Porta a Porta.

L’attacco di Sgarbi a Di Maio nel suo intervento alla Camera

Di più: nel più classico degli stili oratori di Sgarbi, alla definizione choc segue sempre poi il consiglio sui generis: e allora, dopo aver escluso che nel caso del complotto evocato e da Di Maio in riferimento alla manina occulta – smentita da Quirinale e Lega – che avrebbe manipolato ad hoc il documento di governo si possa parlare di vicenda politica, il critico d’arte suggerisce al leader grillino, sempre in vena di “caccia alle streghe”, di tornare «a scuola» e di trovarsi quel lavoro che «non ha mai avuto». «È ridicolo! Di Maio vota a sua insaputa e non sa che i poteri sono tre: legislativo, esecutivo e giudiziario», tuona Sgarbi nel suo animato-animoso intervento senza andare tanto per il sottile e dando voce, senza allocuzioni diplomatiche o giri di parole, a quello che in molti, moltissimi, hanno pensato in questi giorni dal minuto dopo la sortita mistery del vicepremier movimentista. tutto propedeutico alla stoccata finale: «Non c’è bisogno di minacciare il ricorso alla magistratura per difendere il buon diritto le scelte legittime del governo, visto che la magistratura non deve entrare nelle scelte del governo… Se poi, come è già accaduto, Di Maio vota a sua insaputa, sarà un problema psichiatrico e non politico». Chiaro e conciso, Sgarbi che, anche in questo caso, va dritto al punto stoccando direttamente e colpendo ai fianchi, senza troppi affondi in punta di fioretto prima…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giovanni 22 ottobre 2018

    BRAVO SGARBI. DIGLI DI INIZIARE A LAVORARE A QUEL PIVELLO….!!!!…..

  • alfredo 35 21 ottobre 2018

    A casa i dilettanti ,ma bisogna che gli italiani si sveglino e votino per un centrodestra se non vogliono andare in rovina.No al reddito di cittadinanza per mantenere milioni di immigrati che faranno il possibile per entrare in Italia.Senza contributi versati l’Inps non puo’ pagare nessuno.Entri in Italia solo chi ha un contratto di lavoro e gli altri vengano rispediti con la forza ai paesi di origine.Regaliamo ai paesi in crescita milioni di pillole antifecondative da distribuire a
    scuola o in chiesa o in moschea a tutte le femmine premiandole per
    la loro aderenza alla terapia.Spariamo sugli scafisti e di chi collabora ai trasferimenti di migranti .

  • Luigi 20 ottobre 2018

    Lasciate lavorare questo governo è fatevi da parte

  • Angela. 20 ottobre 2018

    Questa volta Di Maio si è comportato in modo immaturo(e ridicolo),per quanto io detesti le invettive,spesso volgari di Sagarbi,devo ammettere che questa volta ha veramente ragione.

  • Guido955 19 ottobre 2018

    Sgarbi non mi piace, è troppo primadonna, ma questa volta sottoscrivo in pieno quanto ha affermato. Sono, siamo, veramente stufi di questi dilettanti allo sbaraglio. Per quanto mi riguarda non li voterei neanche come amministratori di condominio. Centro Destra se ci sei batti un colpo, ma forte.

    • Giuseppe Forconi 20 ottobre 2018

      Di colpi ne abbiamo gia’ battuti molti fin dal 4 marzo, ma , o sono sordi o non battiamo abbastanza con forza….. oppure….. c’e’ qualche cosa sotto che non sappiamo ??????