L’ultimo delirio della Kyenge: «In Italia c’è l’apartheid». Meloni: «Chieda scusa» (video)

In Italia c’è «l’apartheid», i «partiti populisti» hanno indotto «alcune persone a dare la caccia al nero», il governo attuale «ha fatto della segregazione un suo modo di essere». A spiegarcelo è Cecile Kyenge in un video prodotto per annunciare la sua partecipazione alla manifestazione del Pd che si è tenuta il 30 settembre. Caricato in rete il 26 settembre, il video non ha riscosso questo grande successo: in otto giorni, intorno alle 16.30 del 3 ottobre, sul canale youtube del Pd, è stato visualizzato da 790 persone. Lo stesso, però, il filmato è stato notato da Giorgia Meloni, che lo ha rilanciato sulla propria pagina Facebook, chiedendo formalmente all’europarlamentare ed ex ministro delle scuse nei confronti degli italiani.

«Le parole della Kyenge in questo video sono gravissime. Secondo l’eurodeputata in Italia ci sarebbe l’apartheid. La Kyenge chieda SCUSA (in maiuscolo nel testo originale) agli italiani per questa vergognosa offesa nei confronti dell’intera Nazione!», ha scritto la leader di FdI, postando un filmato che lascia davvero perplessi, per i toni, per i contenuti, per la sfacciataggine con cui una eletta nelle istituzioni europee diffonde fake news dannose per il Paese come si trattasse di verità incontrovertibili. E, non di meno, per la leggerezza con cui una persona che ha ricoperto ruoli di grande responsabilità nazionale usa parole che hanno significati molto precisi come «apartheid», induzione alla «caccia al nero», «segregazione».

Il post di Giorgia Meloni

Il videomessaggio completo