L’altolà di Forza Italia: «Salvini si fermi prima che sia troppo tardi»

A parlare forte e chiaro più di tutti è Antonio Tafani. Lo seguono Gelmini e Bernini anche in queste ore, tutta Forza Italia è impegnata a fare appelli a Matteo Salvini affinché metta fine a quello che secondo gli azzurri è un governo che farà più male che bene al Paese. «Ora è presto per avere una percezione degli errori, per questo diciamo: fermatevi prima che sia troppo tardi, perché il prezzo lo pagheranno i cittadini italiani». È l’altolà del presidente del Parlamento europeo alla convention di Forza Italia #IdeeItalia a Milano.   A chi gli ha chiesto se queste parole fossero una sorta di ‘ultimatum’ rivolto alla Lega, Tajani ha sostanziamente risposto sì: «Nell’interesse degli italiani, fermatevi perché è in pericolo l’intera economia nazionale. A parte la Grecia, siamo il Paese meno credibile dal punto di vista degli investitori. Fermatevi finché siete in tempo, è in ballo l’ interesse di ogni cittadino italiano».

« Salvini si fermi…»

Gli fa eco Mariastella Gelmini con un altro appello accorato: «Non ci sono due governi, il governo è unico. Se Salvini consente a Di Maio di approvare il reddito di cittadinanza, se gli permette di sfasciare i conti pubblici, se ne assume la piena responsabilità come i 5Stelle». La capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati in un’intervista al Quotidiano Nazionale ribadisce che Salvini, complice di Di Maio, sta portando il paese allo sfascio. «Siamo molto preoccupati non solo per la bocciatura dell’Europa, ma soprattutto perché hanno messo a punto una manovra che va verso la decrescita, verso l’impoverimento. Se li lasciamo fare e se ci portano fuori dall’euro e dall’Europa, pagheremmo interessi sui mutui e sul debito inaccettabili. Le imprese chiuderebbero, la disoccupazione salirebbe alle stelle, gli italiani diventerebbero più poveri», conclude questo scenario horror la Gelmini.