Ladro romeno “graziato”, Meloni: «Follia, così si legittimano i furti in casa»

Non si placano le polemiche e Giorgia Meloni torna sulla vicenda: «Vergognoso! Fin troppo spesso il risultato delle sentenze è punitivo nei confronti di chi subisce l’aggressione, ma questa volta la Cassazione legittima i furti in appartamento perché «NON SONO GRAVI». Il tutto mentre il Parlamento si prepara a modificare le norme sulla legittima difesa. Per questo Fratelli d’Italia combatte ogni giorno per la tutela per chi si difende: certezza della pena per chi entra dentro casa per rubare, niente sconti e #TolleranzaZero». Furibonda Giorgia Meloni e a buon diritto. Grida vendetta la sentenza della Corte di Cassazione che ha valutato i furti in appartamento come un crimine soft, un delitto a basso impatto, una cosa poco grave, mentre il Parlamento si prepara a modificare l’articolo del codice penale sulla legittima difesa, garantendo sempre e comunque il diritto di reagire con le armi alle incursioni nel proprio domicilio. La Cassazione ha preso una una direzione opposta. Giorgia Meloni ha ragione, è vergognoso.

Il ladro romeno, Vasile Arcu nell’agosto del 2014 era stato espulso dall’Italia «per motivi di sicurezza pubblica, trattandosi di persona senza stabile attività lavorativa che traeva il proprio sostentamento da reati contro il patrimonio». Due mesi dopo, però, Vasile veniva fermato mentre si aggira disinvoltamente per Milano.  Arrestato e condannato di nuovo in Appello, non si era arreso, fino al ricorso in Cassazione, che gli ha dato ragione, ribaltando i due precedenti gradi di giudizio.

Ma per Fratelli d’Italia dare la possibilità di difendersi dalle incursioni in casa propria è un impoegno solenne preso con gli italiani: « La difesa è sempre legittima- ribadisce Giorgia Meloni sui social- : pensavamo di non essere i soli a credere in questo principio assoluto che Fratelli d’Italia ha scritto nero su bianco e presentato in Parlamento. Ci siamo evidentemente sbagliati: nel testo sulla legittima difesa approvato dalla maggioranza in Commissione Giustizia del Senato restano l’ampia discrezionalità del giudice e la proporzionalità tra difesa e offesa. Questo significa che per alcuni “la difesa è sempre legittima” è solo uno slogan buono per le foto sui social e per le magliette, mentre per FdI è un impegno solenne preso con gli italiani. Fratelli d’Italia non indietreggia di un centimetro: ci batteremo per cambiare questa stortura #ladifesaèsemprelegittima».