Juncker passa agli insulti: «Sbarrare il passo ai populisti stupidi»

lunedì 8 ottobre 16:28 - DI Ernesto Ciecaquaglia

Jean-Claude Juncker passa agli insulti. “C’è in Europa un numero crescente di euroscettici. Io distinguo tra euroscettici, che hanno delle questioni da porre e dei punti di vista da far valere, e i populisti ottusi e i nazionalisti stupidi. Non è la stessa cosa, ma lo dico qui come l’ho detto ieri, bisogna mettersi di traverso alla marcia verso la non Europa ispirata dai populisti stupidi e da nazionalisti ottusi”. Il  presidente della Commissione Europea esprime questi “moderati” giudizi partecipando alla Settimana Europea delle Regioni e delle Città, a Bruxelles. Normalmente gli eurocrati sono più misurati nei loro apprezzamenti dei soggetti politici sulla scena continentale.  Se il presidente della Commissione di Bruxelles è uscito così vistosamente dal seminato può voler dire tre cose: 1)  si sente già in campagna elettorale per le europee; 2)  ieri sera (o stamattina) ha alzato il gomito più del solito; 3) tutte e due le cose. In un modo o nell’altro, a Bruxelles la paura fa novanta.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Gual123@virgilio.it 25 ottobre 2018

    “Goccetto” e un grande, riesce a dire certe fresconate, senza ridere ne essere sobrio. Non è da tutti. Al circo dovrebbero scritturarlo, basta circo con animali, esibizioni e numeri così.

  • carlonobile38@libero.it 10 ottobre 2018

    Questo Junker,non ha ritegno,come si permette dare dello stupido a milioni di persone.Ma si ricordi il mister,che noi italiani amiamo la nostra patria,e questo non significa essere stupidi,termino dicendo al su menzionato signore che,e sempre il più a vedere il meno

  • plomb48@gmail.com 9 ottobre 2018

    Quando è sobrio balla pure . . . ha il coraggio di parlare questo Lussemburghese parassita che campa con i soldi anche dell’italia essendo un Paradiso Fiscale

  • max.bialystock@libero.it 9 ottobre 2018

    nomen omen
    dategli da bere ma non fatelo parlare…

  • roccoangela60@yahoo.it 9 ottobre 2018

    Ma come si permette questo bevitore di insultare chi non la pensa come lui?ma possibile che in Europa bisogna per forza omologarsi a questi burocrati che hanno messo l’Italia in ginocchio e che pensano solo alla finanza e alle banche ?loro sono stupidi e ottusi!!!chieda scusa Junker a chi ama la propria Nazione e non vuole vederla soccombere ai diktat di questi Vergognosi e imbarazzanti parlamentari europei.

  • scaldom@hotmail.com 8 ottobre 2018

    Junk-er, un nome un programma, spazzatura!

  • Giuseppe Tolu 8 ottobre 2018

    Parla adesso, parla ora che lo puoi fare; tra qualche mese potrai andare fuori dalle “vasche da bagno” a calci nel deretano, non ci credi? E domenica prossima vedremo quanto bene ti vogliono i tuoi connazionali, vedremo se poi continuerai a ballare con la musica degli Abba o del cannonau

  • 8 ottobre 2018

    scusa Junker i populisti sono patrioti che amano la loro nazione e la Libertà!!!solamente un cretino non può. Capire la differenza!! bevi un paio di bicchieri di Scotch capace ti ricordi che vuole dire la libertà!! Viva Italia Sovrana!!