Ha rubato la corona dorata della Madonna del Buio: incastrato dai video

Aveva rubato la corona dalla statua della Madonna in un santuario in Casentino ma dopo tre mesi i carabinieri hanno individuato l’autore del furto sacrilego e lo hanno denunciato. Un ladro, lo scorso mese di agosto, in azione al Santuario Mariano di Santa Maria del Sasso in Bibbiena (Arezzo), aveva sottratto la replica della corona dorata con aureola apposta sulla statua della Madonna del Buio, icona assai venerata in Casentino e non solo per la sua valenza spirituale e devozionale. L’evento aveva destato forte sconforto sia nei frati domenicani, detentori dell’originale e della copia, sia nella cittadinanza, anche e soprattutto per il gesto altamente deplorevole per la comunità. I carabinieri di Bibbiena hanno identificato l’autore del furto, un 57enne di origine campana, ma residente nel fiorentino, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio. L’individuazione è stata possibile grazie all’attenta analisi del sistema di video sorveglianza presente all’interno del Santuario.

Ha rubato la corona della Madonna, le indagini

Le immagini, visionate e minuziosamente comparate con analoghe segnalazioni di furti in luoghi di culto commessi nelle zone limitrofe, hanno permesso ai carabinieri di risalire al presunto responsabile, nella cui abitazione, durante una perquisizione effettuata dai militari, sono stati rinvenuti abiti (cappellino, felpa e pantaloni) corrispondenti a quelli indossati dall’autore del furto così come appare nelle immagini rilevate dalle telecamere di sorveglianza. L’uomo è stato denunciato in stato di libertà per furto aggravato, mentre sono in corso ulteriori approfondimenti investigativi volti al recupero della refurtiva, probabilmente oggetto di ricettazione.