Meloni, uno spasso l’appello a Juncker da una distilleria: «Aiutaci tu…» (video)

venerdì 12 ottobre 15:40 - DI Redazione

«Juncker, questo video è per te». Jean Claude, aiutaci tu con i vini italiani. Irresistibile Giorgia Meloni in un video tutto da gustare. Nel corso del suo tour in Trentino Alto Adige per le elezioni provinciali e regionali del 21 ottobre, il presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni ha scelto la Distilleria Marzadro di Nogaredo, azienda italiana d’eccellenza nel settore della distillazione della grappa e della produzione di alcolici, per mandare un video messaggio al presidente della Commissione europea, Jean Claude Juncker. Uno spasso. Reduce da giornte di intensi attacchi contro l’Italia, contro la manovra, contro i “sovranisti stupidi”, Juncker si merita di essere punzecchiato dalla Meloni.
«Oggi siamo nella Distilleria Marzadro – ha detto la leader di FdI nel video pubblicato sulla sua pagina Facebook – in un luogo storico dove si producono dei distillati di assoluto livello nazionale e internazionale.

Meloni, il video diventa virale

«Caro Presidente, ti offriamo una grappa se ci aiuti a difendere il prodotto italiano e se l’Unione europea, anziché continuare a colpire i prodotti italiani, ci aiuta a difendere l’unico elemento che può davvero rafforzarci nel mercato internazionale mondiale e nel tempo della globalizzazione: la difesa dei nostri prodotti di qualità». Un modo ironico per parlare di un argomento serio. «Vieni Jean Claude – ha concluso Meloni rivolgendo un invito al presidente della Commissione Europea – , ti portiamo a vedere questo posto stupendo e poi beviamo un bicchiere insieme».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • renzobaldo@tiscali.it 13 ottobre 2018

    Brava Giorgia, l’hai sollecitato esattamente dove è molto sensibile.

  • sicurezzadellav2006@libero.it 13 ottobre 2018

    come sempre misurata e grandissima.

  • Giordano109@gmail.com 13 ottobre 2018

    Prendere in giro il potere, citando espressamente personaggi politici fanno indubbiamente sorridere grandi e piccini! Ma, nella circostanza, fanno bene all’Italia?

  • paologiammancheri@gmail.com 13 ottobre 2018

    Ma gli altri gerarchi della UE,pieni di boriosa etica morale(!?)che dispensano pareri e direttive (che non sono tali ,bensì ordini tassativi) , perché non si sono ancora disfatti di costui dal viso costantemente “rosso REFOSCO DOP”???? Solo capace di far veramente ridere i polli……costui….!!!!!

  • franco.prestifilippo@tin.it 13 ottobre 2018

    A questo signore la Grappa in confezione “gigante”, alla sig.ra, purtroppo ex ministro della Republica Italiana ma congolese, Kenge?, magari dell’olio di oliva italiano!

  • alberto.caioli@email.it 13 ottobre 2018

    Cara Georgia, non prendiamocela con il poveretto che spara sull’Italia: dipende dall’ora in cui ha fatto certe dichiarazioni! Senz’altro era brillo! Vedremo il prossimo: se sarà nordico ci vorranno cartoni di vodka!

  • Giuseppe Forconi 13 ottobre 2018

    Caro Juncker, se si trova a passare per questi lidi sud oceanici, meglio conosciuta come Australia, qui’ noi italiani abbiamo l’abitudine di distillare un’ottima grappa, frutto di vinacce provenienti da vecchi vitigni italiani importati dai nostri grandi lavoratori negli anni 50 e anche prima. La sua occupazione nella UE ben ripagata con denaro di tutta la comunita’ e’ quella di essere neutrale e di non odiare questa o quella Nazione solo perche’ strani interessi la portano ad essere piu’ o meno partitario. Un suggerimento, quando deve presenziare a riunioni generali, e’ consigliabile astenersi dal bere almeno 24 ore prima delle sedute.

  • Giuseppe Tolu 13 ottobre 2018

    Ma perché non lo assumono in una cantina sociale? Forse sta aspettando maggio, periodo in cui, credo e mi auguro, venga mandato via dal posto che occupa adesso. Caspita, ubriaconi del genere governano l’Europa?

  • enzo_altieri@libero.it 13 ottobre 2018

    UN CONSIGLIO USCIAMO PRIMA DI MO’ DALLA UE.