Firenze, sorpreso dai carabinieri ingoia la droga che voleva spacciare

sabato 6 ottobre 15:17 - di Redazione

Sorpreso dai carabinieri, ingoia la droga che stava tentando di spacciare. Protagonista della singolare vicenda, un pregiudicato di 23 anni ora in manette. È notte fonda, circa le 2,40, quando in via Palazzolo, a Firenze, una pattuglia del nucleo radiomobile dell’Arma, in servizio di perlustrazione nella zona del centro, nota due giovani fermi sul marciapiedi, uno dei quali sembra mostrare all’altro un involucro bianco. Insospettiti dall’atteggiamento furtivo dei due, i carabinieri intervengono prontamente per procedere alla identificazione dei due giovani. Ma, mentre uno, il potenziale acquirente si ferma sul posto, l’altro, il presunto pusher, scappato in direzione di piazza Ottaviani.

Arrestato, sarà processato per direttissima

Ma la sua fuga non è durata molto. Ciò non gli ha impedito, però, di far sparire il corpo del reato agli occhi dei militi della Benemerita. Infatti, quando si è reso conto che stava per essere raggiunto e un secondo prima di essere bloccato, il giovane spacciatore ha tentato di disfarsi del quantitativo di droga a ingoiando l’involucro che nascondeva nella mano. La successiva perquisizione ha permesso di trovare altra sostanza stupefacente, marijuana per l’esattezza, già confezionata in una dose per lo spaccio.

Il giovane nascondeva altra droga in casa

Il 23enne è stato condotto immediatamente al pronto soccorso per le potenziali conseguenze pericolose connesse all’ingerimento della sostanza stupefacente ma, una volta all’ospedale, ha rifiutato qualsiasi accertamento e le eventuali cure. Arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti, sarà giudicato con rito direttissimo presso il Tribunale di Firenze. L’arresto del pusher è il frutto di una serrata l’attività di monitoraggio delle vie cittadine per la prevenzione dei reati, e dello spaccio di droga in particolare, da parte dei carabinieri del comando provinciale di Firenze.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *