Finto badante, vero spacciatore: arrestato marocchino a Prato

Sulla carta badante ma di fatto spacciatore. I carabinieri della tenenza di Montemurlo (Prato), nell’ambito dell’attività di contrasto al fenomeno dello spaccio di stupefacenti predisposta dal comando provinciale di Prato, hanno arrestato nella serata di ieri, in via Da Filicaia, un cittadino marocchino, 34 anni, pregiudicato, per spaccio di stupefacenti. I militari, che grazie ad alcune segnalazioni giunte al 112 da alcuni giorni tenevano sotto controllo il pregiudicato, già arrestato per analoghi reati, lo hanno bloccato subito dopo aver ceduto alcune dosi di cocaina a due giovani di Castiglion dei Pepoli (Bologna).

Gestiva un supermarket della droga

La successiva perquisizione presso l’abitazione del marocchino, considerata la sua base di spaccio, ha consentito ai militari di rinvenire ulteriori dosi di cocaina e hashish, bilancino di precisione, sostanza da taglio, nonché la somma contante di duemila euro ritenuta provento dell’illecita attività. L’uomo era in possesso di permesso di soggiorno come badante, di fatto aveva messo in piedi una fiorente attività di spaccio costituendo punto di riferimento di tossicodipendenti provenienti anche da province limitrofe.