Fermato per furto di bici, esce dalla caserma e ne ruba un’altra: «Ero a piedi»

Era stato fermato per ricettazione, perché trovato in sella a una bici rubata. Ma appena uscito dalla caserma, trovandosi appiedato, ne ha rubata un’altra. Per questo un 20enne peruviano è stato arrestato dai carabinieri a Lucca per il reato di furto.

Il fatto risale a sabato scorso, quando il 20enne è stato sottoposto a un controllo nel quartiere di San Concordio, mentre era alla guida di una bicicletta, risultata rubata a Lucca alcuni giorni fa. Oltre che per ricettazione, il giovane residente a Borgo a Mozzano (Lucca) è stato denunciato anche per il reato di violazione delle prescrizioni relative al rimpatrio con foglio di via obbligatorio dal comune di Lucca, misura dalla quale era stato colpito alcune settimane fa, a seguito di altri reati commessi.

Un volta lasciata la caserma dei carabinieri, il giovane peruviano, nel frattempo privo della bicicletta perché restituita al legittimo proprietario, si è introdotto nel cortile recintato di un’abitazione, impossessandosi di un’altra bici. Pochi minuti dopo però, è stato nuovamente fermato da una pattuglia dei carabinieri, i quali non hanno avuto difficoltà a ricostruire l’accaduto e a rintracciare il proprietario della nuova bicicletta rubata, ancora del tutto ignaro del furto appena subito. Il 20enne peruviano è stato arrestato in flagranza di reato per furto. Nei suoi confronti questa mattina sarà celebrata l’udienza di convalida contestualmente al processo con rito direttissimo.