Fango dallo stupratore senegalese: «Desirée era d’accordo a fare sesso con me»

«Quando ho avuto il rapporto sessuale con la ragazza lei era tranquilla, non mi sembrava drogata o ubriaca». Sono le 22 di sera di mercoledì 24 ottobre quando Mamadou Gara, senegalese di 26 anni, conosciuto come Paco viene portato in questura di Roma. È stato il primo dei quattro africani indagati ad essere fermato dalla polizia con l’accusa di aver drogato, stuprato e ucciso Desirée Marottini.  Il Tempo ha pubblicato  le sue spontanee dichiarazioni rese agli investigatori. «Ricordo di essere andato nel fabbricato di via dei Lucani, il 18 ottobre, e che lì ho incontrato una ragazza che io chiamo “Maman”. Indossava una camicetta rosa e bianca e dei pantolini di colore nero,  con capelli colorati in parte di blu e rosso, che mi aveva detto di avere 23 anni. Con questa ragazza, intorno alle 15, ho avuto un rapporto sessuale completo. Verso le 16 ho lasciato il posto per andare a Trastevere. Sono tornato alla casa di via dei Lucani verso le 3 di mattina e una volta  lì sono stato avvisato da una donna presente sul posto che la ragazza era morta».

Il senegalese: «C’era anche il nigeriano Sisco»

E poi, riporta ancora il Tempo: «Quando sono andato la prima volta in via dei Lucani quel giorno oltre alla ragazza con la quale ho avuto il rapporto sessuale, c’era anche Sisco, un altro ragazzo di colore, altri due uomini di colore dei quali non conosco il nome e alcuni marocchini. Queste persone erano ancora presenti quando verso le 16 me ne sono andato a casa». Paco poi precisa: «Era d’accordo ad avere un rapporto sessuale con me. Non so se altri hanno avuto rapporti prima o dopo di me e non so se qualcuno può averle ceduto della sostanza stupefacente». Alcuni testimoni danno una versione diversa.  Narcisa, si legge ancora sul Tempo, ha raccontato di averlo incontrato il giorno dopo la morte di Desirée  e di avergli detto: «Pezzo di m… hai dato a Desirée il mix di psicofarmaci per poterla stuprare». E lui le aveva risposto dicendo che aveva dato a Desirée solo delle pasticche e poi si era messo a dormire con lei.