Elsa Fornero pentita: non rifarei la mia riforma. E in tv si scontra con Borghi (video)

sabato 13 ottobre 9:12 - DI Redazione

“Io non sono attaccata alla mia legge. C’è un governo eletto dal popolo, che si cambi”. Così Elsa Fornero, ospite giovedì sera della trasmissione di Gerardo Greco W l’Italia su rete4. L’ex ministro ha chiarito di non avere fatto la sua legge per cattiveria:   “Abbiamo lavorato col cuore e l’idea di aiutare il Paese in difficoltà era il nostro faro. Non si possono però mandare le persone in pensione a 50 anni con un’aspettativa di vita così alta”. Elsa Fornero ha anche voluto rispondere a Matteo Salvini: “Vorrei chiedere a Salvini se ritiene più saggio e coraggioso un padre che qualche volta dice dei no severi e motivati, rispetto a un padre che promette di tutto anche se non ci sono i soldi, tanto si indebita e poi a pagare saranno i figli”. In difesa del vicepremier la replica a Elsa Fornero dell’economista Claudio Borghi, che dal salotto di W l’Italia ha risposto: “Se un padre infligge delle inutili sofferenze al figlio di solito gli si toglie la patria potestà”. La stessa Fornero tuttavia non appare più così convinta nella difesa del suo stesso operato visto che ha sostenuto che non rifarebbe la riforma delle pensioni così come è stata fatta nel 2011: “Non si rifà mai nulla di ciò che è stato fatto in passato perché il tempo non passa invano e le conoscenze aumentano e diventano fonte di conoscenza degli errori”.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • franco.piovani@tin.it 14 ottobre 2018

    che menata questa fornero! ci racconti quanto le ha reso fare il ministro e la prof.?

  • flo.faso@libero.it 14 ottobre 2018

    una vecchia patetica basta farcela vedere in programmi tv siamo esausti

  • ezechiele76@gmail.com 14 ottobre 2018

    Lettura facile e scorrevole, anche on line, si scopre il perchè di tante negatività nella società e nella Chiesa, specie nei suoi vertici, si scoprono i rimedi e si apre l’ingresso alla Speranza. Fatima non è un evento del passato, ma è ancora del presente ed il fase di continua evoluzione e il segreto ne promette la Vittoria finale

    • Roccoangela60@yahoo.it 14 ottobre 2018

      Ma che c’entra con la Fornero?

  • simef@tiscali.it 14 ottobre 2018

    Se ricordo bene la Fornero subito dopo l’approvazione della sua legge aveva pianto: mi chiedo se per la gioia oppure per essersi accorta del grave danno arrecato!

  • alberto.caioli@email.it 14 ottobre 2018

    Brutta ministra che non sei altro: mi hai fregato tre anni di pensione per sperperare anche i mei soldi per campare i negri delinquenti ! E ora ti penti? Vai a piangere da quel “luminare” di Monti mantenuto dai ladri ricchi (Soros etc)!

    • alberto.caioli@email.it 15 ottobre 2018

      Intendiamoci per bene: “ladri ricchi” che hanno stuprato e sodomizzato i popoli e cioè l’Europa Unita che ha concesso tutto questo!

  • gio.marchetta@gmail.com 14 ottobre 2018

    Salvini usa la parola infame, si proprio quella che ti addice alla perfezione cara Fornero, si, sei proprio una persona infame!!!

  • Strambotti.rotti@libero.it 14 ottobre 2018

    Bravo Borghi! Gliel’hai detta giusta.

  • silveri@libero.it 14 ottobre 2018

    Sono d’accordo che non si può andare in pensione a 50 anni ma neanche a 67! Si doveva trovare una via di mezzo come giustamente sta tentando l’on.Salvini è Di Maio. Quando uno ha lavorato 40-41 in fabbrica ha già dato tanto ed è giusto che si goda un po’ di libertà con quello che gli resta da vivere meritatamente! Purtroppo cara Elisa Fornero ti sei fatta odiare da tutti i lavoratori italiani!

  • badelio@teletu.it 13 ottobre 2018

    >Dichiara di non rifare la riforma però va in tutti i dibattiti a difenderla. aribuciarda.

  • badelio@teletu.it 13 ottobre 2018

    BUCIARDA. come le lacrime.

  • Giuseppe Forconi 13 ottobre 2018

    Sicuramente ha capito.