Chic’n Quick – Milano

Chic’n Quick
Via Ascanio Sforza, 77 – 20141 Milano
Tel. 02/89503222
Sito Internet: www.sadler.it

Tipologia: ristorante
Prezzi: 21€ per il piatto unico o per il menù del giorno
Giorno di chiusura: Lunedì a pranzo; Domenica

OFFERTA
Se pensate che le trattorie e la pausa pranzo siano sinonimi di bassa qualità e poca attenzione, basterà entrare da Chic’n Quick per essere smentiti. La “Trattoria Moderna” è la versione più informale del fratello maggiore “Sadler”: ripulita dal trucco che fa brillare un ristorante 2 Stelle Michelin, rimane la sostanza che fortunatamente ha poco da invidiare al fratello più blasonato. A pranzo, poi, rimane sempre un valido punto di riferimento per chi ha voglia di qualità e ricercatezza, soprattutto grazie alle due convenienti formule lunch: piatto unico e menù completo (primo, secondo e dessert), entrambe proposte a 21€, escluso bevande e coperto (del costo di 2€ assolutamente giustificato da un cestino del pane molto buono che comprende grissini, focaccia, pane e taralli). Per la nostra pausa, abbiamo assaggiato entrambe le formule che prevedevano un couscous con verdurine, salsa al pomodoro e peperoncino (dal sapore delicato e solo leggermente troppo cotto, forse per via della salsa che ne ha prolungato la cottura), un ottimo carpaccio di picanha con insalata ricciolina, grani di senape e chips di patate, queste ultime davvero ben fritte, croccanti e per nulla unte, e il piatto unico composto da riso basmati con verdurine, gamberi e salsa al curry, molto equilibrato e con i crostacei sodi e carnosi e la salsa al curry da dosare a piacimento. In chiusura, un fresco sorbetto al frutto della passione con frutti bosco e una golosa crostata con cioccolato amaro e amarene, penalizzata dall’eccesiva presenza di crema rispetto alla frolla piacevolmente burrosa ma un filo troppo dolce.

AMBIENTE
Location moderna caratterizzata da linee pulite ed essenziali, con un ’apparecchiatura dei tavoli informale ma curata.

SERVIZIO
Attento, cortese e professionale.

Recensione a cura di: Il Saporaio – La Pecora Nera Editore –