Casalino nei guai, la procura apre un’inchiesta sull’audio contro il Mef

martedì 2 ottobre 15:22 - di Alberto Consoli

E’ stato aperto così il fascicolo d’inchiesta sul portavoce del premier, Rocco Casalino, dopo due audio diffusi nei giorni scorsi. Gli accertamenti sono stati affidati al pm Francesco Dall’Olio e saranno sviluppati – secondo quanto si è appreso a piazzale Clodio – sulla base della denuncia presentata dal leader dei Verdi, Angelo Bonelli. Il primo audio incriminato è quello in cui annunciava epurazioni al Mef in caso di un “no” sulla manovra («Pronti a cacciare le m… del Mef»); il secondo riguarda invece il suo “Ferragosto saltato” per il crollo del ponte di Genova. Adesso, come riporta ilFatto, a inguaiare l’ex concorrente del Grande Fratello è l’audio contro i tecnici del Tesoro. La procura di Roma ha infatti aperto un fascicolo per il momento senza ipotesi di reati né indagati.

Dovrà essere verificato se quell’audio possa costituire un reato di violenza o di minaccia a pubblico ufficiale. Nel messaggio èer cui Casalino è finito nella bufera afferma: «Se poi non dovessero all’ultimo uscir fuori i soldi per il reddito di cittadinanza, tutto il 2019 sarà dedicato a far fuori una marea di gente del Mef. Non ce ne fregherà veramente niente, ci sarà veramente una cosa ai coltelli proprio, eh». Nella registrazione si evince che Casalino avesse lui voluto suggerire ai giornalisti la notizia, ossia l`ira del Movimento 5 Stelle nei confronti dei tecnici del Ministero dell`Economia e delle Finanze. E ne aveva promesso la “cacciata” nei prossimi mesi. Lui si difende: «Si tratta di una conversazione privata non c`era nessun proposito concreto. È stata violata la mia privacy».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *