Berlusconi “tagliatore di teste” nel calcio: al Monza salta Zaffaroni, arriva Brocchi

Silvio Berlusconi ha deciso in prima persona: il nuovo allenatore del suo Monza sarà Cristian Brocchi, un vecchio pupillo del Cavaliere già ai tempi del Milan. “La S.S. Monza 1912 comunica di aver esonerato il signor Marco Zaffaroni dalla conduzione della prima squadra, lo ringrazia per il lavoro svolto e gli augura i migliori successi professionali. La società comunica infine che da domani la squadra sarà allenata dal signor Cristian Brocchi, al quale dà il benvenuto e un forte in bocca al lupo”, è la nota ufficiale con la quale sulla panchina si insedia il giovane ex giocatore e allenatore rossonero.

Zaffaroni paga una serie negativa di risultati: un punto in tre partite da quando Berlusconi è diventato presidente del Monza e una distanza di sette punti in classifica dalla vetta. La decisione di esonerare il mister è stata presa in tandem da Berlusconi e Galliani. Tra Berlusconi e Brocchi c’è sempre stata una condivisione di vedute, che ha portato l’ex centrocampista ad allenare sia la primavera che la prima squadra rossonera negli scorsi anno. Brocchi, dopo il Milan, aveva allenato il Brescia, poi poi l’esperienza in Cina e ora il Monza.