Berlusconi: «Il reddito di cittadinanza è una barzelletta, il M5S vuole i sudditi»

sabato 6 ottobre 9:06 - DI Franco Bianchini

«Nove miliardi a disposizione per 9mila euro all’anno per ogni cittadini che ne usufruisce. I conti non tornano, il reddito di cittadinanza è una bufalasolo un milione di italiani ne usufruisce». Silvio Berlusconi, alla convention di Forza Italia a Milano, va giù duro. «Il reddito di cittadinanza – incalza – è una barzelletta. Siamo alla giornata del sorriso. Mio padre diceva che dobbiamo tenere sempre il sole in tasca e donarlo agli altri. Mi dispiace quindi che nella giornata del sorriso dobbiamo parlare del Paese che fa piangere».
Per Berlusconi, «non passerà molto tempo che tutti gli imprenditori del Paese, soprattutto quelli del Nord che hanno dato il loro sostegno alla Lega, si accorgeranno di come questa manovra di bilancio sia nemica del lavoro, delle imprese e dell’Italia – scandisce – Non so come possa fare Salvini a spiegare a tutta questa popolazione di elettori che sta facendo il contrario di quello che aveva promesso. Io credo che salterà tutto per aria e si dovrà andare a nuove elezioni. Nelle quali il centrodestra, a mio parere, avrà la maggioranza assoluta e potrà andare da solo al governo».
Quanto alla flat tax, «ovunque è stata applicata ha avuto risultati fantastici, ma qui di flat tax non c’è il minimo sentore». Nella manovra, dice Berlusconi, «ci sono invece molte altre cose che hanno fatto innalzare al 2,4% il rapporto deficit/Pil e questo è molto grave perché dà dell’Italia un’immagine molto negativa e porta l’Ue a guardare al nostro Paese con diffidenza e sfiducia». L’attacco ai Cinquestelle passa anche per la riforma della giustizia. «Quella del M5S mi fa davvero paura», rimarca Berlusconi, è «una giustizia fatta di manette e delazioni». Il Cavaliere teme «una deriva autoritaria se le cose non cambiano; i Cinquestelle hanno detto che non ci sarà lavoro nero perché scatteranno le manette. Hanno detto anche che chi prende i soldi dovrà fare spese morali. Questa è la concezione dello Stato etico che non è uno Stato che non ruba, ma uno Stato che decide qual è il bene o il male dei cittadini e che trasforma i cittadini in sudditi».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • chiarinil@racine.ra.it 6 ottobre 2018

    Fi-PD gufano contro a questo governo, per il semplice motivo se dovesse avere successo i gufatori farebbero la fine della balena bianca

  • michelericciardi.mr@gmail.com 6 ottobre 2018

    6 Ottobre 2018 — Io, siccome sono diventato di dx e di sx, sono ancora convinto che il reddito di cittadinanza è necessario. Occorre solo mettere i necessari paletti contro gli abusi. E mi pare che ciò è stato fatto. Per quanto riguarda la copertura, perchè nemmeno il governo del popolo vuole mettere le mani su: sprechi, ruberie, privilegi assurdi e arricchimenti illeciti (una infinità) ?? Se mi sbaglio correggetemi per favore.

  • roccoangela60@yahoo.it 6 ottobre 2018

    Chissà quante volte Berlusconi avrà pensato:”ma perché non è venuta in mente a me una promessa del genere?avrei preso tanti voti e poi…non l’avrei mai mantenuta”,che peccato vero?

  • gdetoffoli@yahoo.it 6 ottobre 2018

    Meno male che ha fatto lungamente politica…. ora è chiaro come mai è ridotto così ! Dichiara il falso e aggredisce i compagni di viaggio… fra otto mesi sparisce !