Auto, in Italia le Euro5 e le Euro6 sono solo il 32%. E la normativa incombe

Ad oggi, in Italia circola ancora un 10% di veicoli antecedente alla normativa Euro, un 28% rispondente alle norme Euro1-2-3, il 30% Euro4, mentre le Euro5 ed Euro6 rappresentano appena il 32% del totale. Lo rileva Aniasa (l’Associazione che all’interno di Confindustria rappresenta il settore dei servizi di mobilità) che rende noti i nuovi dati di crescita delle soluzioni di smart mobility in Italia e ricorda che l’alternativa c’è. «Sempre più imprese e privati – spiega il presidente Aniasa, Massimiliano Archiapatti – scelgono di abbandonare la proprietà e passare all’uso dei veicoli attraverso le tante soluzioni di mobilità del noleggio e del car sharing che confermano la propria vocazione di sostenibilità e sicurezza con una flotta veicoli di efficienti motorizzazioni diesel di ultima generazione e di alimentazioni alternative in costante crescita e dotate dei più avanzati sistemi di sicurezza attiva e passiva». Dopo il boom dello scorso anno, anche nel primo semestre 2018 il settore del noleggio a lungo termine

ha registrato un incremento delle immatricolazioni (161.644 vetture, +10% vs lo stesso periodo del…

Per continuare a leggere l'articolo Abbonati o Accedi