Anche il Nobel per la Chimica è donna: l’americana Frances H. Arnold (video)

mercoledì 3 ottobre 14:12 - DI Redazione

Con l’assegnazione ad Arnold, per la quinta volta nella sua storia, il Nobel per la Chimica viene assegnato a una donna. La notizia arriva all’indomani dell’assegnazione del Nobel per la Fisica una donna, per la terza volta nella storia del Nobel. È l’americana Frances H. Arnold, 62 anni, che si aggiudica il prestigioso riconoscimento insieme al collega americano George P. Smith e al britannico Gregory P. Winter. Lo ha annunciato l’Accademia delle scienze svedese, secondo cui i tre «hanno sfruttato il controllo dell’evoluzione e l’hanno usato per scopi che portano i massimi benefici al genere umano».

Il Nobel per la Chimica è donna

Nata nel 1956 a Pittsburgh, la Arnold ha studiato nell’università della California a Berkeley e insegna Ingegneria chimica, bioingegneria e biochimica nel California Institute of Technology. A lei si deve la scoperta dei “registi dell’evoluzione” e con essa le numerose ricadute positive per tecnologie e processi di trasformazione dell’ambiente.  L’altra metà del Premio è divisa fra George P. Smith e Gregory P. Winter per le ricerche condotte sulla genetica dei batteriofagi e sugli anticorpi. Le ricerche di Arnold sono cominciate alla fine degli anni ’70, quando era impegnata  sulle allora nuove tecnologie per l’energia solare. Lungo questa strada, decise di concentrare l’attenzione sugli enzimi, ossia sugli strumenti che l’evoluzione utilizza naturalmente per guidare e modificare la vita sulla Terra. Negli anni successivi le sue ricerche hanno dimostrato la possibilità di controllare e manipolare gli enzimi. Grazie a quelle tecniche oggi gli enzimi sono largamente utilizzati nella produzione di biocarburanti e farmaci, dagli anticorpi ad alcuni antitumorali.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *