Riad, agghiacciante rissa in burqa: la mamma mena duro e scaraventa in terra la bimba (VIDEO)

venerdì 14 settembre 12:41 - DI Giulia Melodia

Il video della terrificante rissa in burqa e in mezzo alla strade a Riad è virale, e da subito, e immortala la vergogna in 34, agghiaccianti secondi. 34 momenti di terrore, di violenza pura e incontrollata. 34 istanti di buio nella mente delle 5 indemoniate donne, integralmente coperte dal tradizionale abito islamico che ne copre viso e corpo, che si sono affrontate in una violenta rissa in mezzo alla strada in quella che sembra un’arteria di collegamento congestionata dal traffico della capitale dell’Arabia Saudita, Riad. 34 secondi scanditi dal schiaffi, pugni in faccia sferrati con potenza e calci assestati con slancio in cui, sul sottofondo di sonorità levantine, riesce a trovare spazio qualcosa in grado di decuplicare il potenziale terrificante di sequenze gia di per sé agghiaccianti: l’immagine di un bambina che, in braccio alla madre che è una delle combattive rissaiole, finisce più e più volte sull’asfalto, ora scivolando, ora perché lasciata cadere dalla madre impegnata nel corpo a corpo contro un’altra donna e tutt’altro che preoccupata della sorte della piccola.

Rissa in burqa a Riad: una bambina finisce al tappeto

Sorte che, evidentemente, non interessa neppure a passanti e automobilisti, che si limitano a guardare la scena e semmai rallentare l’andatura, ma niente di più. Nessuno sembra voler intervenire per la piccola, finita a più riprese sul selciato  grazie alla complicità della madre, definita dal sito di Dagospia tra i primi a rilanciare l’agghiacciante video, «una madre di merda», di sicuro visibilmente accecata dalla rabbia, completamente assorta dalla rissa e del tutto disinteressata alle sorti della piccola che, mentre la rissa è al culmine, finisce scaraventata al tappeto più vilte a distanza di pochi secondi tra una caduta e l’altra con la madre che, evidentemente non ignara di quanto sta accadendo alla piccola, tenta, di un cazzotto e un calcio, di recuperarla. Intanto qualcuno tra i passanti al volante ripresa l’incredibile scena postata sul web e, inutile dirlo, diventata virale nel giro di breve…

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *