Prato, affari d’oro per i cinesi con la “shaboo”, la droga dei kamikaze

I Carabinieri della Comando Provinciale di Prato, da sempre, nell’ambito del controllo del territorio, pongono particolare attenzione al contrasto di tutte quelle fenomenologie criminali connesse alle sostanze stupefacenti. Nella tarda serata di ieri una Nuova operazione nella zona ‘‘China Town” di Prato, in Via Pistoiese, svolta dai militari del Nucleo Radiomobile dei Carabinieri. I militari hanno ”attenzionato” un giovane cinese agli arresti domiciliari proprio per reati inerenti gli stupefacenti e lo hanno sorpreso immediatamente dopo aver ceduto una dose di ”shaboo” ad un connazionale. Il pusher è stato arrestato in flagranza di reato per spaccio di sostanze stupefacenti. Dalla perquisizione sono stati sequestrati altri 10 grammi di stupefacente, un bilancino di precisione con materiale per i confezionamento e suddivisione delle dosi nonchè 400 euro in contanti probabile provento di illecito. Lo Shaboo, o christal meth, è dieci volte più potente della cocaina, si trova in cristalli e viene generalmente fumata nella stagnola. Fa parte delle metanfetamine e ha effetti devastanti, crea una fortissima dipendenza e porta un senso di eccitazione che può farti stare sveglio per giorni. Oltre a essere difficile da intercettare per le forze dell’ordine e dai cani antidroga a causa del fatto che è inodore, è altamente remunerativa. E viene considerata la droga dei “kamikaze”.