Periferia di Torino come le banlieu di Parigi: due agenti accerchiati e pestati

Accerchiati e presi a botte per avere fermato un spacciatore africano. È quanto accaduto l’11 settembre scorso a due poliziotti nel quartiere Barriera di Torino, dove immigrati e antagonisti si sono coalizzati contro la polizia. Una vera e propria banlieu dove l’illegalità impera. I poliziotti erano impegnati nei controlli di uno stabile, dove hanno fermato uno spacciatore gabonese. Poco a poco, una decina di persone (quasi tutti immigrati), allertati dalle richieste di aiuto del fermato, hanno iniziato a radunarsi attorno agli agenti, i quali hanno anche tentato invano di trovare riparo in un negozio. Vista la situazione, il fermato ha reagito nuovamente e ha colpito violentemente i poliziotti, uno dei quali è caduto rovinosamente per terra battendo la schiena sul bordo in cemento della pensilina del tram. Anche l’altro poliziotto è stato aggredito da un gruppo di 5/6 di persone, tra le quali un 50enne italiano. A breve distanza, un altro gruppo di una trentina di persone ha assistito ai fatti. Per liberare il fermato, il gruppo ha accerchiato l’operatore di polizia, il tentativo, però, è risultato vano per l’arrivo degli agenti della Squadra Volante. Medicati al pronto soccorso, i due agenti hanno riportato lesioni e contusioni guaribili in 20 e 25 giorni.

La denuncia di Fratelli d’Italia sui fatti di Torino

«Quanto avvenuto a Barriera di Milano è di una gravità inaudita e necessita di misure radicali da parte dell’amministrazione comunale e del governo». Così Maurizio Marrone di Fratelli d’Italia, sull’aggressione ai poliziotti. «Dal sindaco Appendino ci siamo stancati di sentire solo parole di solidarietà. Dove sono i provvedimenti sulla sicurezza delle periferie promessi in campagna elettorale?». Ancora più categorica la deputata di Fratelli d’Italia, Augusta Montaruli: «Presenterò un’interrogazione per chiedere conto di questo agguato. Dev’essere chiaro che nessuno ha intenzione di cedere alle intimidazioni e che l’unica soluzione è una maggiore e più continuativa presenza di divise nelle strade».