Il cardinale Sepe si sente male durante il rito di San Gennaro (video)

Si è ripetuto il prodigio della liquefazione del sangue di San Gennaro. Lo ha annunciato il cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo di Napoli, ai fedeli assiepati nel Duomo in occasione della festività del Santo patrono della città. «È sempre con tanta gioia e commozione che do questo annuncio così solenne – ha detto il cardinale – lo abbiamo notato appena aperta la cassaforte, era tutto sciolto». Il 19 settembre, festività di San Gennaro, è uno dei tre giorni in cui ogni anno si ripete il prodigio della liquefazione del sangue: il primo dei tre “miracoli” si attende per il sabato che precede la prima domenica di maggio, l’ultimo il 16 dicembre.

Il malore del cardinale dovuto al caldo

Lo stesso Sepe, durante la cerimonia nel Duomo, ha avuto un malore. Il porporato ha interrotto la sua omelia e si è seduto per alcuni minuti, i ministri sull’altare gli hanno misurato il polso e portato del ghiaccio. Il malore potrebbe essere stato causato dal gran caldo all’interno della chiesa cattedrale, gremita di fedeli e di turisti accorsi per assistere al prodigio della liquefazione del sangue di San Gennaro. L’arcivescovo, al termine della cerimonia, non ha portato l’ampolla con il sangue all’esterno del Duomo per mostrarla ai fedeli rimasti fuori dalla chiesa, ma poco dopo si è mostrato in buone condizioni mentre lasciava la navata principale del Duomo per ritirarsi nella basilica di Santa Restituta.