Firenze, orrore a Scarperia: padre uccide il figlio di un anno con un fendente

Orrore a Scarperia, in provincia di Firenze. Un bimbo di un anno è morto dopo che il padre, nel corso di una lite furibonda in famiglia, lo ha colpito con un fendente. La tragedia si è consumata all’ora di cena in una casa isolata, distante più di mezzo chilometro dal centro. Il piccolo era in braccio alla madre, sul terrazzo della cucina dove la donna si era rifugiata per sfuggire alla furia del convivente. La segnalazione dell’omicidio del bimbo è arrivata intorno alle 20 circa presso la Centrale Operativa dei Carabinieri della Compagnia di Borgo San Lorenzo. La piccola vittima, M.P., che aveva compiuto un anno il 3 settembre scorso, è stata uccisa presso l’abitazione di via San Francesco a Scarperia. Il delitto, secondo quanto hanno riferito i carabinieri, è stato compiuto dal padre, N.P., trentaquattrenne pregiudicato, programmatore informatico, nel corso di una violento litigio con la compagna con cui conviveva, A.L., trentenne impiegata, anche lei pregiudicata, che è stata ferita alla testa e agli arti, ed è stata portata presso l’ospedale di Borgo San Lorenzo. L’omicida è stato trovato sul posto. Era ancora sotto shock. Successivamente è stato condotto in caserma a Borgo San Lorenzo. Ora l’uomo è in stato di fermo. Sempre secondo le prime indiscrezioni, nel corso della lite era presente anche un’altra figlia della coppia, di 7 anni, che non ha riportato ferite.