E due: i migranti tunisini che hanno schivato il rimpatrio sono spariti nel nulla

mercoledì 19 settembre 10:39 - DI Ginevra Sorrentino

Spariti anche loro, i 17 tunisini sbarcati come i 40 migranti sbarcati dalla Diciotti accolti dal Vaticano e spariti dal centro di accoglienza di Rocca di Papa. Come i tanti di cui non si hanno misteriosamente notizie in fuga da strutture del Belpaese verso destinazioni ignote e vite vissute all’insegna della clandestinità. Come quelli che svaniscono nel nulla e poi vengono temporaneamente rintracciati a Ventimiglia dove finiscono per svanire nel nulla definitivamente, anche gli immigrati che avrebbero dovuto imbarcarsi a Fiumicino e tornare in Tunisia sono tornati liberi nonostante l’obbligo di essere rimpatriati: causa un guasto all’aereo che avrebbe dovuto riportarli a casa.

Spariti nel nulla i migranti tunisini che dovevano essere rimpatriati

La vicenda ha un che di tragicomico se non fosse che affonda il coltello nella piaga di una situazione a dir poco incistata e che nella tarda mattinata di giovedì 13 settembre – quando i migranti nordafricani, scortati da alcuni agenti di polizia all’aeroporto Leonardo Da Vinci di Fiumicino, erano pronti a rimpatriare – ha raggiunto apici grotteschi. Già perché dopo i preparativi e le procedure d’imbarco sul volo maltese che avrebbe dovuto raggiungere Palermo, prima, e Hammamet, poi, un guasto all’aereo che avrebbe dovuto riportarli indietro a casa lor ha interrotto il viaggio e vanificato gli sforzi diplomatici del Viminale impiegati per convincere le autorità tunisine a riprendersi i migranti sbarcati in Sicilia giorni prima. Così  gli agenti, decisi ad evitare di incorrere nell’accusa di sequestro di persona, e costretti dalla indisponibilità di posti nei centri d’accoglienza in cui ricollocare gli ultimi arrivati, non hanno potuto far altro che rilasciare il gruppo, con tanto di ordine del Questore che li obbliga a lasciare il Belpaese entro e non oltre 7 giorni e con i loro mezzi: pena un’ammenda fino a 20mila euro che molto difficilmente verrà pagata dallo straniero irregolare beccato a trasgredire un provvedimento di cui avrà certamente già fatto carata straccia.

Un guasto all’aereo ha permesso di lasciarli a spasso in Italia. E ora…

A questo punto, gambe in spalla e una certa libertà di movimento hanno fatto il resto: e secondo quanto ipotizzato tra gli altri da il Tempo nelle scorse ore, «i tunisini rimessi in libertà grazie al guasto dell’aereo avranno già raggiunto la frontiera e magari azzardato il superamento del confine. Diversamente, invece, saranno nascosti chissà dove», a spasso per le strade delle nostre città che avrebbero dovuto abbandonare con tanto di foglio di via, pronti anche ad essere intercettati e fermati dalle forze dell’ordine, illegittimamente in giro per il Belpaese con un foglio di via o addirittura con più provvedimenti a carico: tanto uscire da situazioni come queste è facile come fuggire dai centri d’accoglienza e sconfinare a Ventimiglia…

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • laura_scattola@yahoo.it 20 settembre 2018

    Ci prendono in giro e prendono in giro il governo, vogliono farci credere al guasto dell’aereo sicuramente si tratta di sabotaggio, qualcuno l’ha messo fuori uso.

  • longoantonino@libero.it 20 settembre 2018

    La cosa a me puzza, e non poco. Ammesso che sia vero il guasto, possibile che non c’era nessun altro aereo che potesse essere noleggiato? E, se non c’era in Italia nessun altro aereo disponibile, possibile che non ci fosse posto per loro nei centri di accoglienza? Eppure, quando arrivano i posti si trovano ed anche in soprannumero. E’ evidente l’opera e l’impegno di chi lavora contro. Se ricordo bene quanto appreso da piccolo, il Vangelo dice che ogni stato diviso in due è destinato alla distruzione. Cosa può, quindi, sperare questa Italia?

  • lamberto.lari@hotmail.it 20 settembre 2018

    Pino 1° non potevi essere più chiaro….ma ci sono sempre i sordi che fanno finta di non sentire, di non sapere, di non capire….!!!! Sarebbe il caso che i nostri ministri prendano provvedimenti disciplinari seri nei confronti di quei dipendenti dello stato che pensano di fare la loro politica del menga a dispetto delle disposizioni e in alcuni casi di ordini ben precisi……non molto tempo fa venivano attivate azioni disciplinari per un nodo della cravatta un p’ò storto a chi era in divisa, a questi anarchici sovversivi all’ordine costituito si fa passare liscia???? Male molto male, urgono trasferimenti, sospensione dell’attività pubblica eventuale sanzione amministrativa sullo stipendio e quanto serva a fargli capire che non pioi fare quello che caz..o vuoi!

  • adriano.agostini@fastwebnet.it 20 settembre 2018

    Tutto programmato: l’aereo che si rompe, difficoltà burocratiche…. Ci dobbiamo SVEGLIARE!!!! Basta di essere soggetti a questi delinquenti della sinistra, centri sociali in primis! Guardate cosa succede a Roma alla sindaca Raggi: 20 (dico20 ! non due o tre) autobus che saltano o si incendiano durante il servizio, a rischio di gravi incidenti ai passeggeri e il giudice che dice che dai dati in suo possesso “non è sabotaggio”, le immondizie peggiori depositate e subito dopo scatta la foto nel web, ecc. ecc. Tutto perché il candidato della sinistra è stato sbeffeggiato dai romani votando M5S. Non se ne può più della delinquenza!

  • vitotiso91@gmail.com 20 settembre 2018

    Vergogna sinistra da schifo

  • 20 settembre 2018

    E la firma di possibile atti terroristi!!!!

  • max.bialystock@libero.it 19 settembre 2018

    è stata aperta un’inchiesta?
    ci aggiornate sulla stessa?

  • andyrex_r@libero.it 19 settembre 2018

    Il guasto l’hanno simulato in modo troppo evidente ! e altra porcata il rilascio con foglio di via, e quello non lo puo fare di certo Alitalia. Quindi secondo mè c’è gente in alto dietro a tutto ciò, come al solito magistratura rossa.

  • gdetoffoli@yahoo.it 19 settembre 2018

    Certo che….. quando si cercano….. si riesce anche a trovarle le sberle !!! Il viaggio noleggiato A CHI? : VOLO MALTESE ? E in casa nostra dopo che Malta ce li ha ficcati tutti fra le chi°°°e noleggi un volo MALTESE? Magari con piloti maltesi? Ma siete una manica di idi**i dalla nascita o ci siete diventati tanto per fare carriera!!!! ROBA INCOMPRENSIBILE a meno di pensare che ci sia, uno stato di mafia sottostante gli interessi del paese e le cariche istituzionali, fa come ca°°o gli pare per mandarci a fondo!