Chiede i soldi per la scuola e il padre la picchia. Una bimba le dona 15 euro

domenica 30 settembre 20:16 - DI Mia Fenice

È tornato a casa ubriaco e quando la figlia 16enne gli ha chiesto zaino e quaderni nuovi per andare a scuola è andato su tutte le furie: prima ha picchiato la ragazzina e poi la moglie. È accaduto a Imola. Fortunatamente, la minorenne è riuscita a chiamare la polizia e gli agenti sono arrivati in tempo per fermare la furia dell’uomo. La notizia, riportata da Il Resto del Carlino, si è diffusa velocemente sul web, facendo scattare una vera e propria gara di solidarietà. Alcune mamme hanno organizzato una colletta presso una cartoleria della città affinché la ragazza possa comprare ciò di cui ha bisogno, mentre una bambina di 10 anni ha scritto al sindaco di Imola: «Io ho solo 15 euro di risparmi e li darei volentieri a questa ragazza per comprare dei quaderni. Posso farglieli avere tramite lei, sindaco?».

Il padre della ragazza, che sta scontando ai servizi sociali una pena di due anni, è tornato nel carcere di Bologna. La ragazza, una studentessa modello, potrà invece andare a scuola con tutto l’occorrente. Prima della raccolta fondi, infatti, non aveva uno zaino ed era costretta a portare i libri a mano. Inoltre, non avendo quaderni nuovi, utilizzava il retro delle copertine di quelli degli anni scorsi per prendere appunti.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • robertobassi@fastwebnet.it 1 ottobre 2018

    questa è la VERA ITALIA. Alla quindicenne, pronta a devolvere i propri piccoli risparmi, dovrebbe ricevere una MEDAGLIA D’ORO, altro che ricorsi contro la decisione di tagliare le cosiddette ” pensioni d’oro “.