Brindisi, richiedente asilo distrugge la sala d’aspetto dell’ospedale

Paura in piena notte all’ospedale “Perrino” di Brindisi. Un immigrato 33enne richiedente asilo, originario della Costa d’Avorio, armato del supporto in alluminio per le flebo ha distrutto la vetrata della sala d’aspetto della Tac, i lunotti e i parabrezza di sei auto in sosta nel parcheggio dell’ospedale. Non soddisfatto si è avventato contro carabinieri, guardie giurate e personale ospedaliero seminando il panico. Dramane Sylla (è il nome dell’immigrato) è stato poi arrestato dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile che si trova nelle adiacenze dell’ospedale Perrino. L’uomo deve rispondere dei reati di minaccia a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato e interruzione di pubblico servizio. I danni cagionati sono ingenti, oltre al danneggiamento della vetrata della struttura, ha distrutto sei automezzi parcheggiati nell’area interna. Tra questi c’è anche l’auto della ditta di vigilanza alla quale ha mandato in frantumi il lunotto posteriore e anteriore e provocato diverse ammaccature alla carrozzeria. Meno di ventiquatt’ore prima  l’ivoriano era stato già arrestato perché all’interno di un supermercato si era appropriato di merce per un valore di 403 euro. L’immigrato aveva oltrepassato la barriera delle casse e senza pagare l’importo si era diretto fuori. Subito arrestato era stato rimesso in libertà.