180 migranti sbarcati a Lampedusa. Il Viminale: «Tutta colpa di Malta»

venerdì 14 settembre 10:49 - DI Federica Argento

Alla fine sono sbarcati sulle nostre coste, ma erano in acque maltesi. Siamo alle solite. «Nelle ultime ore 184 immigrati sono sbarcati a Lampedusa utilizzando piccole imbarcazioni. Malta, per l’ennesima volta, ha scaricato il problema sull’Italia». Lo riferiscono fonti del Viminale, precisando che il ministero dell’Interno, «sta lavorando a soluzioni innovative e efficaci» per gestire questi arrivi. Le avvisaglie c’erano già tutte da molte ore: «Almeno sette di questi barchini , veloci e con immigrati a bordo, sono in questo momento in acque maltesi, 62 persone», aveva informato il ministro dell’Interno Salvini ore fa in diretta sui social. Queste nuove imbarcazioni di migranti che erano in navigazione nel Mediterraneo verso l’Italia  sono ora approdate a  Lampedusa e sulle coste dell’Agrigentino.

Salvini: «Non sono navi in difficoltà»

«Queste non sono navi in difficoltà, questo è evidentemente traffico di esseri umani. Abbiamo contattato le autorità Maltesi perché facciano il loro dovere, in caso contrario farò tutto il possibile perché i clandestini non sbarchino in Italia. E  che mi indaghino pure», aveva scritto e detto Salvini. Si prefigura l’ennesimo braccio di ferro con Malta, dopo lo scontro sulla nave Diciotti. La foto diffusa dal ministro Salvini su Fb è stata scattata da uno degli aerei militari in ricognizione sul Mediterraneo e la segnalazione è arrivata alla nostra Guardia costiera. I barchini sono stati rilevati in acque Sar maltesi ma, così come è avvenuto in passato

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • viktlrsi@hotmail.com 15 settembre 2018

    Salvini aveva CHIUSO i porti italiani.
    Perché questo approdo ?????

  • marinfox@virgilio.it 15 settembre 2018

    reimbarcali subito da Lampedusa su un volo charter ci mettono venti minuti per tornare a Tunisi, solo così sipuò dare un segnale forte

  • agodrago@sunrise.ch 15 settembre 2018

    VOLO CHARTER E RIPORTARLI NEL PAESE DA DOVE SONO PARTITI MA SUBITO,FORZA SALVINI

  • giada2525@gmail.com 15 settembre 2018

    Visto che paesi come Malta e altri non VOGLIONO CAPIRE PER LOSCHI INTERESSI, C’È UNA SOLA COSA DA FARE AL PUNTO IN CUI SIAMO : BLOCCO NAVALE !!!!

    • herbert55@hotmail.it 16 settembre 2018

      il blocco navale, a mio modesto parere è un errore…se un centinaio di migranti cercasse di passare, cosa si dovrebbe fare? sparare? non credo proprio. si creerebbero dei martiri e migliaia di persone in nome di quei martiri verrebbero lasciate passare

  • Giuseppe Tolu 15 settembre 2018

    Vada a Malta l’ONU a rompere le spalle!

  • Giuseppe Forconi 15 settembre 2018

    Allora Salvini, diamo una nota di chiarezza tanto a Malta quanto alla UE. Rimbarchiamo i 184 rotta per la Libia o da dove sono partiti e vediamo se questa volta questi emigranti rompano un po’ il c….a chi li ha messi sul barcone dietro salato pagamento.

  • lucia1959@outlook.com 15 settembre 2018

    Salvini ha sequestrati un pattugliatore ITALIANO con equipaggio ITALIANO in porto ITALIANO e non è stato capace di fermare una barchetta ?? Dov’era Salvini?
    Ahh… non c’erno telecamere, media… non valeva la pena?
    Arrivi SEMPRE, espulsioni SEMPRE zero (0).

  • sergio.fagnoni@alice.it 14 settembre 2018

    non ne posso più di questa gente, visto che fanno i furbi tiriamo fuori gli attributi e buttiamoli tutti a mare.

  • sidellupo@virgilio.it 14 settembre 2018

    Usare il pugno duro! Rompere subito i rapporti diplomatici con Malta. Richiamare l’ambasciatore italiano, e cacciare quello maltese. Per non rischiare di rimanere isolata la governance corrotta maltese dopo un certo tempo ritornerà strisciando a 90 chiedendo e supplicando il perdono. Questo è ciò che va fatto! Il risultato è dato per scontato.

  • sidellupo@virgilio.it 14 settembre 2018

    Rompere subito i rapporti diplomatici con Malta. Richiamare l’ambasciatore italiano, e cacciare quello maltese. Per non rischiare di rimanere isolata la governance corrotta maltese dopo un certo tempo ritornerà strisciando a 90 chiedendo e supplicando il perdono. Questo è ciò che va fatto! Il risultato è dato per scontato.

  • max.bialystock@libero.it 14 settembre 2018

    dobbiamo dare un segnale forte!
    in Italia, senza il pieno consenso e solo per i casi previsti (fuga da guerra/carestia)
    non si sbarca!
    non si sbarca!
    non si sbarca!
    ne gommoni ne navi piccole ne transatlantici
    non si sbarca
    nel caso
    BLOCCO NAVALE
    e che solo prodi (censura) può farlo?