Sondaggi, Mannheimer rivela: «Sempre più cattolici scelgono Salvini»

I cattolici sono sempre più schierati a fianco di Matteo Salvini: la sua “linea dura” in materia di gestione dei fenomeni migratori e sicurezza piace. Renato Mannheimer in unintervista rilasciata a La Fede Quotidiana, ha confermato che tra i cattolici sta crescendo la fiducia verso il leader leghista. «L’Italia – ha affermato lo studioso – non è un paese razzista, ma il cinquanta percento degli intervistati dice no all’immigrazione». E ancora: «Aumenta il numero di quelli che non sono più disposti ad accogliere migranti per motivi di sicurezza e non di razza. Questo forte rifiuto – ha specificato Mannheimer – è consistente e in crescita anche tra chi si definisce cattolico». Il sondaggista spiega poi che «fatte le debite proporzioni e valutazioni, possiamo affermare senza pregiudizio,  che il tasso di criminalità e di aggressività è più elevato nei migranti rispetto agli italiani».

Mannheimer: «Il parlare chiaro di Salvini piace»

Per Mannheimer inoltre la copertina di Famiglia Cristiana nella quale Salvini era accostato al versetto biblico “Vade Retro”, potrebbe aver avvicinato di più gli elettori cattolici al ministro dell’Interno: «Tutto ruota sul consenso attorno a Salvini, che è in ulteriore aumento…». Quella copertina «non è stata ben accolta dalla maggioranza degli italiani». E ancora: «Il consenso verso il leader della Lega e dunque il no a quella copertina è lievitato tra i cattolici». Mannheimer ha sottolineato come, agli intervistati, il leader leghista piaccia soprattutto per il «tono deciso» e per il «parlare chiaro». Il sondaggista poi ha concluso: «Allo stato l’atteggiamento dei cattolici su Salvini, in relazione col tema sicurezza-migranti, è questo: molti lo difendono, altri lo attaccano, perché i cattolici ormai sono presenti in modo trasversale nel nostro panorama politico».