Salvini: «Rifarei l’alleanza col M5S anche domattina. No all’utero in affitto»

venerdì 10 agosto 11:02 - di Franco Bianchini

«Quella tra Lega e 5 Stelle è un’alleanza nata in maniera particolare: movimenti diversi, storie diverse, culture diverse. È un’alleanza di cui sono pienamente soddisfatto, che rifarei domattina, con un contratto di governo che su alcuni temi sensibili non ha scritto nulla perché abbiamo posizioni diverse». L’unione gialloverde protagonista delle parole del vicepremier Matteo Salvini, in un’intervista alla testata cattolica online Nuova bussola quotidiana. «La Lega – aggiunge il ministro- è per la libertà di educazione, per il diritto alla vita, per la difesa della famiglia naturale. Ma siccome i nostri alleati su questo non sempre la pensano come noi, accontentiamoci che non vengano fatti altri danni. In certi campi meglio non fare niente che fare danni». Poi – precisa – «nella suddivisione del governo, abbiamo scelto il ministero della Famiglia e della disabilità; il ministero dell’Interno, che si occupa anche di discriminazioni e tematiche gender; il ministero dell’Istruzione per dare una chiara impronta alla libertà di educazione e al rispetto di alcuni princìpi. Quindi nei limiti del contratto, rispettando le sensibilità diverse, cerchiamo di tenere alti alcuni princìpi».
Sulle trascrizioni anagrafiche da parte dei comuni dei bambini nati grazie alla pratica dell’utero in affitto possibile all’estero, il ministro dell’Interno Matteo Salvini si dice contrario: «Ci stiamo lavorando, ho chiesto un parere all’Avvocatura di Stato, ho dato indicazione ai prefetti di ricorrere». La mia posizione – sottolinea – «è fermamente contraria. Per fare un esempio: la settimana scorsa mi è stato segnalato che sul sito del ministero dell’Interno, sui moduli per la carta d’identità elettronica c’erano “genitore 1” e “genitore 2”. Ho fatto subito modificare il sito ripristinando la definizione “madre” e “padre”. È una piccola cosa, un piccolo segnale, però è certo che farò tutto quello che è possibile al ministro dell’Interno e che comunque è previsto dalla Costituzione. Utero in affitto e orrori simili assolutamente no».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • mariosmanca35@gmail.com 11 agosto 2018

    Salvini, ci sei o ci fai.

  • valerie.solanas@libero.it 11 agosto 2018

    E io la prossima volta non ti voterò, perché per fare questa e altre battaglie che per me valgono non puoi essere alleato di chi sta esattamente dalla parte opposta. E spero che anche tanti altri votino solo FdI, così ti fanno capire da che parte devi stare se vuoi fare un governo di destra.

  • grubisiclilia@gmail.com 11 agosto 2018

    No utero in affitto? E che fa ora Vendola e marito? Restituiscono il pargolo? E tutti gli altri che si sono comprati i neonati strappandoli alle madri? Spero davvero che questi piccoli innocenti vengano consegnati alle rispettive madri e imprigionati quelli che hanno commesso il reato. Vendola compreso!!

  • Roccoangela60@yahoo.it 11 agosto 2018

    Si parla tanto di calo delle nascite in Italia,e non ci troverei nulla di male se una coppia di persone sposate(uomo e donna)ricorressero alla pratica dell’utero in affitto per avere un bambino,se si è favorevoli alle donazioni di organi non vedo perché non si possa optare per una tale pratica per avere un figlio,, discorso assolutamente diverso sarebbe per le coppie gay,sono fermamente contraria sia all’adozione che ad altri espedienti,la famiglia è formata da una mamma e da un papà.

  • luciferoverde@gmail.com 11 agosto 2018

    Ero scettico ma adesso penso che forse col tempo loro riusciranno a cambiare gli orrori del Pd