Safari tragico in Kenya: turista sbranato da un ippopotamo (video)

Quello che doveva essere un suggestivo safari fotografico si è trasformato in una tragica caccia all’uomo. Un turista 66enne è stato ucciso da un ippopotamo in Kenya, mentre cercava di scattare delle foto da una distanza ravvicinata. «L’uomo è stato morso al petto, perdendo la vita solo pochi minuti dopo l’arrivo dei soccorsi», ha dichiarato Gideon Kibunja, a capo delle Indagini Criminali della Rift Valley. Nell’attacco è rimasto ferito un secondo turista che ora si trova ora nell’ospedale locale di Naivasha, 91 chilometri miglia a sud-est di Nairobi. Entrambe le vittime, di nazionalità taiwanese, hanno incrociato l’animale in una località selvaggia sul Lago Naivasha, 90 km (circa 56 miglia) a nord-ovest della capitale del Paese, Nairobi.

Ippopotamo: uno degli animali più pericolosi

Il pachiderma ama trascorrere le giornate nell’acqua dei laghi o dei fiumi. Poche ore prima di aggredire brutalmente il turista cinese, un altro ippopotamo aveva ucciso un pescatore nella stessa zona. Le autorità dell’area hanno reso pubblici i dettagli della morte dell’ultima vittima. Paul Udoto, portavoce del Kenya Wildlife Service, ha affermato che di solito i turisti sono protetti dalle guide e che non si conoscono le circostanze esatte e le modalità in cui sono verificati gli attacchi. Negli ultimi giorni però i turisti che hanno perso la vita sono sei.