Rivolta degli immigrati a Potenza: si denudano sui tetti e lanciano di tutto

Nuova protesta di immigrati. Un trentacinquenne di El Salvador e un cittadino marocchino di ventisei anni sono saliti sul tetto del centro di permanenza per il rimpatrio (Cpr) a San Gervasio, in provincia di Potenza. Uno dei due immigrati, come riporta il Giornale, si è spogliato completamente nudo, poi entrambi hanno spostato i fari che illuminavano il piazzale sottostante lasciandolo al buio. Infine, hanno inveito contro i poliziotti.

Immigrati nudi, l’intervento della polizia

I due immigrati, che sono nel Potentino in attesa di essere rimpatriati, sono stati arrestati dalla polizia per violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale. Ma non è stato semplice bloccarli. Come è stato ricostruito dagli investigatori, prima infatti sono saliti sui tetti dei moduli abitativi e hanno iniziato a inveire contro i poliziotti. Poi se la sono presa con gli operatori del centro di rimpatrio, minacciandoli di morte e gettandogli addosso ciò che riuscivano a sradicare dai tetti. Alla fine, uno dei due immigrati non contento si è denudato del tutto. I due extracomunitari hanno pure rotto una telecamera e spostato verso l’alto due fari per l’illuminazione.